"Favella: "La diversificazione in agrumicoltura ci accompagna dagli anni Sessanta"

"Già all'inizio degli anni '60 sentimmo l'esigenza di diversificare la nostra produzione aziendale, in quanto il volume d'affari era allora dominato in modo schiacciante dalla nostra produzione di latte. Nel corso dei successivi decenni questa strategia, che aveva portato buoni risultati, è stata perseguita e, con l'aiuto di validi consulenti, abbiamo puntato su varietà primizie e tardive di clementine (vedi news FreshPlaza)." E' quanto dichiara a FreshPlaza Luigi Rizzo, titolare dell'azienda Favella di Cantinella di Corigliano Calabro (CS), con un impianto di circa 70 ettari di clementine.



"Tra le nuove varietà impiantate, il clementine Caffin/Oronules occupa 10 ettari, lo Spinoso, la cui raccolta avviene dal 10 alla fine di ottobre, altri 15 ettari circa; il clementine Hernandina si estende invece per 16 ettari e la sua raccolta avviene dalla metà di gennaio alla fine di febbraio."


Mappatura degli areali aziendali destinati a clementine. Clicca qui per un ingrandimento.

Nei prossimi anni, l'azienda Favella prevede un'espansione agrumicola tale da raggiungere i 100 ettari complessivi: nuovi impianti di clementine precocissime, con epoca di raccolta a cavallo tra l'ultima settimana di settembre e la prima decade di ottobre, nonché la realizzazione di un impianto di arance Navel tardive, con epoca di maturazione prevista per aprile-maggio. "Stiamo testando, inoltre, su circa 2 ettari, la coltivazione di melagrana Wonderful."



Piante di Clementine Caffin/Oronules.

Dal punto di vista gestionale, Rizzo sottolinea l'importanza che a guidare l'imprenditore consapevole debba esserci anche un tecnico illuminato. "In questo caso ci siamo affidati alla consulenza del dott. agronomo Francesco Perri il quale ci ha guidati, oltre che nella combinazione varietale in questoterritorio, anche in un uso razionale dei mezzi meccanici, necessari per velocizzare alcune pratiche colturali, con un conseguente risparmio progressivo dei costi di produzione."


Luigi Rizzo e Francesco Perri, nella corte della dimora storica dell'azienda, che prende il nome della contrada Favella.

Con i nuovi impianti è arrivata anche la creazione di un ramo aziendale specifico per l'agrumicoltura, a capo del quale ci sarà Francesco Rizzo (il figlio di Luigi).

Questa ramificazione deriva soprattutto dalla necessità di agevolare la successione in azienda e dare quindi alla generazione futura compiti diversificati per una gestione più autonoma e programmata.

Francesco (nella foto a lato insieme al padre) sta affrontando questa sfida con molto entusiasmo e con il convincimento che gli agrumi, in questo areale, saranno vincenti anche in futuro.

"Abbiamo una dedizione familiare storica a questo lavoro; ogni generazione ha infatti lavorato in media una trentina di anni - racconta Rizzo - Proprio il 6 ottobre 2012, abbiamo festeggiato gli 80 anni di attività della Favella (foto sotto), insieme ai miei genitori."


In occasione dell'80esimo anniversario dell'azienda Favella, il taglio della torta della famiglia Rizzo. Al centro Iva Poletto e Giovanni Rizzo, con i figli Nicola (primo a sinistra) e Luigi (ultimo a destra).

Attualmente gli agrumi della Favella raggiungono i mercati nazionali ed esteri tramite la OP Agri D.O.C. 2, il cui responsabile commerciale dichiara: "La Favella è un'azienda che ha investito molto negli ultimi anni e ha intenzione di continuare ad investire in agrumicoltura. Dispone di una buona produzione di clementine Caffin/Oronules, Spinoso, Comune e Hernandina. Le clementine precoci e tardive stanno ottenendo un buon riscontro sui mercati. Agri D.O.C. 2 è fornitore di grandi catene di distribuzione, che riescono a collocare bene la produzione."

"Una maggiore specializzazione in agrumicoltura significa anche nuovi sbocchi commerciali. Credo fermamente che il potere d'acquisto dei Paesi dell'est Europa sarà in aumento nei prossimi anni - spiega Rizzo - Sono mercati facilmente raggiungibili al pari, solo per fare un esempio, delle occidentali Germania e Austria."

A proposito dell'embargo russo, il titolare aziendale sostiene: "Le ripercussioni al momento mi sembrano marginali; in prospettiva, però, questo problema potrebbe precludere una crescita potenziale notevole sul fronte orientale."


Pianta di clementine Spinoso a inizio ottobre.

Aspettative per la nuova campagna
"Per natura sono ottimista e, anche se l'ortofrutta estiva è stata fortemente penalizzata da una serie di fattori negativi, non ultima la recessione in atto nel nostro Paese - conclude Rizzo - sono fiducioso che i nostri risultati saranno sicuramente buoni per le varietà precoci e tardive. Sono più perplesso circa i risultati del clementine Comune, per le forti quantità ancora presenti sul mercato, nonché per il periodo produttivo piuttosto affollato."

Contatti:
Favella Spa
S.S. 106 Km 359.800
87060 Cantinella di Corigliano Calabro (CS)
Tel.: (+39) 0983 808052
Email: f.scoperri@libero.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto