Un tour 'esperienziale' alla scoperta dell'azienda Sipo durante Macfrut 2014

"Portate le scarpe da ginnastica", c'era scritto sull'invito della Sipo spedito ai clienti che sarebbero andati a visitarla al Macfrut.

Il motivo è presto detto: "Volevamo toccassero davvero con mano quello che è il nostro core business", spiega Massimiliano Ceccarini, development manager dell'azienda orticola specializzata in Italia e all'estero nella I e IV gamma biologica e non. Nella giornata di giovedì 25 settembre 2014, infatti, "abbiamo portato in campo una delegazione di visitatori stranieri, buyers e importatori, nessuno dei quali già cliente Sipo - continua Ceccarini - e provenienti da Ungheria, Polonia, Inghilterra, Germania e Giappone. Oltre alla presenza del nostro stand in fiera, che spesso dice poco o niente dell'azienda, oltre al contatto business to business, abbiamo voluto che toccassero con mano il nostro prodotto, perché il nostro business è la terra, non la scenografia".


Il team Sipo al MacFrut. Da sinistra a destra: Ana Gniec, Matteo Giardini, Stefania Santarsiero, Pasquale Damiani, Massimiliano Ceccarini, Cristina Dore, Fabrizio Vallari.

Così il gruppo si è recato in visita presso il nuovo campo della Sipo a Dismano (Ravenna) a pochi chilometri dal Macfrut, insieme a Massimiliano Ceccarini, Development Manager e al responsabile tecnico Stefano Pazzagli: 45 ettari di campi, di cui 30 coltivati, dove l'azienda produce lattuga, sedano, indivia, cavolo cappuccio, cavolo nero, finocchi, zucche e cavolo cinese.


Il gruppo in visita ai campi SIPO. I responsabili aziendali hanno illustrato le caratteristiche dei diversi prodotti e le tecniche di coltivazione.

Non si è trattato del classico tour in campo perché, riprende il development manager, "abbiamo fatto in modo che loro mettessero letteralmente le mani nella terra: effettuando una piccola raccolta, percependo gli odori e la consistenza di quello che avevano tra le mani e che da lì a poco sarebbe diventato uno dei nostri prodotti di punta. Abbiamo fatto fare loro un'esperienza, che fosse in grado di mostrare l'iter dalla I alla IV gamma, dalla campagna alla tavola", complice il pranzo conclusivo, a base anche di prodotti Sipo.


Panoramica del corpo aziendale. In primo piano la coltivazione di sedano.

La ragione di questo tour, unico nel suo genere, sta in quello che Ceccarini definisce "un ritorno alle origini di Sipo", perché "l'impresa è nata negli anni '50 come azienda agricola, per poi diventare attività commerciale demandando a terzi la produzione della materia prima. Invece oggi abbiamo intrapreso la strada inversa e controcorrente: per evitare diseconomie di scala è stato importante ridurre i chilometri e stringere delle partnership in loco, riprendendo in mano la produzione", com'è stato fatto appunto a Dismano.


Raccolta di scarola riccia a Cesena.

"Il nostro prossimo intervento – chiude Ceccarini - sarà al Fruit Logistica di Berlino, dove ci recheremo per la prima volta, perché la nostra missione è valorizzare la nostra produzione nel mondo, puntando verso precise destinazioni: quai paesi dal clima freddo, meno piovoso e altospendenti, diversi Paesi dell'Europa Nord Orientale", complice anche la chiusura del mercato russo per via dell'embargo.

SIPO ha avviato inoltre una serie di test per la produzione di cavolfiori, rucola e sedano in Serbia, nelle campagne vicino a Belgrado, in modo da avviare la produzione locale degli ortaggi a foglia con lavorazione in loco. Un primo passo propedeutico alla successiva costituzione di una filiale produttiva e commerciale nell'ex paese Jugoslavo.

I prodotti SIPO provengono da coltivazioni convenzionali secondo le normative vigenti, da coltivazioni controllate che adottano programmi di lotta integrata e da coltivazioni in regime di agricoltura biologica. Offre una vasta scelta di ortaggi freschissimi crudi, singoli o miscelati, interi o tagliati, pronti da consumare senza scarti, per antipasti, primi, secondi o contorni sfiziosi, un'ampia gamma di erbe aromatiche per insaporire di più insieme ai migliori funghi coltivati e le baby leaf non lavate confezionate in vassoio flow-pack.

Contatti
Sipo srl

Via Fermignano 20
47814 Bellaria Igea Marina (RN) - Italy
Tel.: (+39) 0541 339711
Fax: (+39) 0541 339734
Email: sipo@sipo.it
Web: www.sipo.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto