Filiera agricola, istituzioni e sostenibilita': le parole chiave discusse alla 50ma Sagra dell'Uva di Rutigliano

Confronti e riflessioni su temi di ordine generico, ma anche discussioni tecniche sul comparto agricolo. Questi i punti cardine su cui l'Assessorato all'Agricoltura del Comune di Rutigliano ha deciso di concentrare l'attenzione per i due seminari organizzati presso il suo stand espositivo in occasione della 50ma Sagra dell'Uva, tenutasi sabato 20 e domenica 21 settembre 2014.



L'edizione di quest'anno si è innestata su un momento critico per il prodotto uva da tavola, la cui sopravvivenza non sta risultando certo facile, ma la cui valorizzazione e promozione non vanno trascurate, specie adesso.

Ben due i tavoli di lavoro allestiti per l'occasione: il primo, di tipo istituzionale, tenutosi sabato 20 settembre e incentrato sul ruolo delle istituzioni nell'ambito della filiera agricola. A confrontarsi sulla tematica, gli interventi di Giacomo Suglia, presidente dell'APEO, Tommaso Battista, presidente regionale COPAGRI, Donato Fanelli, presidente provinciale Bari - BAT della Confcommercio per la sezione Ortofrutta, e Vincenzo Pignataro, direttore SAMER, coordinati dalla dott. ssa Floriana Sozio e dall'assessore all'agricoltura Pinuccio Valenzano.



L'occasione per definire in maniera puntuale quella che è la prospettiva delle istituzioni, a fronte soprattutto delle problematiche che stanno riguardando in modo ravvicinato il settore agricolo, traendo interessanti spunti per coinvolgere più direttamente gli organi competenti ad intervenire sul motore trainante dell'economia rutiglianese.



Il secondo seminario, di natura più prettamente tecnica, tenutosi domenica 21 settembre, ha visto sedersi al tavolo del confronto il dott. Cocozza, del Dipartimento di Scienze del suolo, delle piante e degli alimenti dell'Università di Bari, il prof. Marcello Mastrorilli, direttore dell'unità di ricerca CRA di Bari, il dott. Antonio Romito e il dott. Nicola Orlando, coordinati dagli interventi del dott. Vittorio Filì, presidente dell'Associazione Regionale Pugliese dei Tecnici e Ricercatori in Agricoltura.



Un ulteriore scambio di idee per dibattere sul tema della sostenibilità nel settore agricolo, fortemente minacciato da prodotti fitosanitari e sostanze chimicamente aggressive, la cui azione verrebbe più naturalmente sostituita da compost ottenuto tramite i rifiuti organici. Meno sprechi e una maggiore sostenibilità ambientale, con l'obiettivo di dare vita ad una filiera più sana e più trasparente, più sicura per il produttore e per il consumatore.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto