Assosementi: il coriandolo da seme, una produzione ormai consolidata in Italia

Si è conclusa a fine agosto la campagna di raccolta del coriandolo, coltura da seme che ormai si è consolidata in Italia e che ha una valenza economica importante. Secondo i dati elaborati da Assosementi, il coriandolo da seme è stato protagonista di un vero e proprio boom: le coltivazioni, pressoché trascurabili fino a pochi anni fa, circa 700 ettari nel 2004, nell'ultima campagna avrebbero superato i 10.000 ha, con la possibilità di crescere ancora.

"La moltiplicazione di coriandolo da seme si concentra principalmente nelle regioni Marche, Puglia, Emilia-Romagna e Umbria. Grazie agli importanti investimenti realizzati dalle nostre aziende sementiere nella logistica ed in impianti di lavorazione all'avanguardia", sottolinea Assosementi, "il prodotto italiano ha acquisito una posizione di assoluta leadership nel mercato mondiale. Dal punto di vista agricolo, la coltura è abbastanza facile e non necessita di particolari anticipazioni. Peraltro, con gli obblighi di diversificazione colturale introdotti dalla nuova PAC, l'interesse verso il coriandolo potrebbe aumentare ulteriormente".

A livello gastronomico, il coriandolo, della stessa famiglia di carota, sedano e prezzemolo, suscita un'attenzione ancora marginale nel nostro paese; più del 90% della nostra produzione è destinato infatti ad essere esportato in Asia, dove il raccolto italiano è apprezzato per la sua elevata qualità. I volumi di esportazione potrebbero aumentare ancora, soprattutto in America Latina, qualora si riuscisse ad eliminare gli ostacoli burocratici oggi esistenti per tali destinazioni.

----
Assosementi – Associazione Italiana Sementi - rappresenta a livello nazionale il settore sementiero: costitutori di varietà vegetali, aziende produttrici di sementi e aziende distributrici di sementi in esclusiva. Assosementi aderisce a ESA (European Seed Association), l'Associazione sementiera europea, e a ISF (International Seed Federation), la Federazione internazionale delle sementi.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto