Buone rese, gusto raffinato e adatta all'export

Sudafrica: sviluppata African Delight, una nuova varieta' di susina

I frutticoltori sudafricani hanno a disposizione una nuova varietà di susina, African Delight, con la quale potranno competere sui mercati internazionali. La susina, sviluppata nell'area sudafricana di Boland presso Città del Capo, sembra essere popolare tra i consumatori locali e gli esperti prevedono che potrebbe diventare un prodotto molto accattivante anche per i consumatori esteri.

Circa 100 produttori hanno organizzato recentemente un Open Day per discutere della raccolta e dei progressi compiuti nella coltivazione della varietà African Delight. I risultati sembrano essere migliori del previsto e i primi riscontri sembra possano minacciare la concorrenza - secondo quanto riportato dalla stampa estera. La varietà potrebbe infatti avviare una feroce concorrenza con il prodotto cileno.



Jacques du Preez, responsabile della Hortgro Services, che rappresenta le associazioni di produttori del settore della frutta decidua sudafricana, ha confermato le notizie apparse sui media e ha affermato che a questo punto i produttori non vogliono alcuna sovrapposizione con i produttori cileni, ma piuttosto essere presenti sul mercato alla fine della stagione. In ogni caso, questo potrebbe cambiare in futuro.

Du Preez prevede che la produzione della varietà aumenterà del 759% entro 5 anni, passando dalle 144.000 casse da 5,25 kg di questa stagione a ben 1.239.000 della stagione 2015/2016. Può diventare una delle quattro principali varietà del Sudafrica destinate all'export. "African Delight è ancora nuova per i nostri produttori, ma è facile da coltivare ed è una varietà autoimpollinante. Le rese saranno buone come previsto e il prodotto si venderà. African Delight è una varietà che matura tardi, cosa che rende più lungo il suo periodo di commercializzazione" racconta Du Preez.

La varietà è stata sviluppata dall'Agricultural Research Council ed è stata data in licenza alla Culdevco (Pty) Ltd. "African Delight è popolare grazie al sapore dolce e soddisfa i requisiti minimi di zuccheri necessari all'export", continua Du Preez.

"L'Europa e il Regno Unito sono le principali destinazioni del Sudafrica, nonostante la recente decisione americana di permettere alle drupacee sudafricane di entrare nel Paese. In termini di volume non vedo competizione con il prodotto cileno sul mercato americano. Altri mercati, come il Medio Oriente, sono molto più attraenti" conclude Du Preez.

Si prevede che in questa stagione verranno esportate susine per un valore di 9,3 milioni di Rand (857.690 euro). Il valore totale di drupacee, pomacee e uva ammonta in media a 8,8 miliardi di Rand (811,57 milioni di euro) a stagione.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto