Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

California: previsto calo per la produzione di arance Navel

Per l'attuale stagione 2011/12, l’agenzia nazionale di statistica agraria del dipartimento americano dell’agricoltura prevede un calo del 7% nella produzione di agrumi in California a causa del ridotto numero di arance Navel sugli alberi.

Si prevede che il raccolto passi da 1,92 milioni di tonnellate del 2010/11 a 1,76 milioni di tonnellate. Il servizio comunica che il raccolto più esiguo di quest’anno aiuterà a sostenere i prezzi alla produzione, in particolare grazie alle dimensioni dei frutti che ci si aspetta siano più grandi del normale.

Ad ottobre 2011, il prezzo all’ingrosso per una confezione di arance Valencia era di 11,15 dollari, in confronto ai 9,29 dollari di ottobre 2010.

La produzione di arance Valencia è forte per il secondo anno di fila, ma i guadagni vanno a compensare la diminuzione della produzione di pompelmi, limoni e mapo (incrocio tra mandarino e pompelmo, ndr).

La raccolta 2011/12 di pompelmi statunitensi dovrebbe raggiungere 1,2 milioni di tonnellate, con un calo del 5% rispetto alla scorsa stagione. Se fosse davvero così, si tratterebbe del raccolto più modesto dal 2004/05, quando il passaggio dall'uragano in Florida fece calare drasticamente la produzione fino ad un nuovo record negativo dagli anni ’70.

Ci si aspetta che il raccolto di pompelmo della Florida contribuirà al 70% del totale, con il Texas al 17%, seguito dalla California con l’11%.

E’ previsto che la produzione di limoni negli Stati Uniti sperimenti il più grande declino mai avuto anno-su-anno tra tutti i raccolti di agrumi. Il Servizio di Statistica Agrario Nazionale prevede per il 2011/12 un raccolto di limoni pari a 832.000 tonnellate, in calo dell’11% se comparato a quello dell’anno scorso e quindi il più scarso dal 2007/08.

Nonostante il previsto calo, i prezzi dei limoni non sono ancora aumentati. Attualmente sono anzi diminuiti di oltre il 20% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Uno dei motivi per questa situazione è la crescita delle esportazioni messicane di limoni.

A causa della riduzione nella fornitura interna ci si aspetta che i prezzi aumentino più in là nel corso dell’anno.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto