Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

A cura di Mario Colapietra - con reportage fotografico

La produzione e commercializzazione dell'uva pugliese nel 2011

La stagione 2011 per l'uva da tavola pugliese ha visto molte ombre e qualche luce. Le varietà con semi più diffuse tra cui: Victoria, Black Magic, Red Globe, Michele Palieri e Italia bianca raccolte e commercializzate fino alla fine di settembre sono state pagate al viticoltore tra 0,30 e 0,60 €/kg. Troppo poco per compensare almeno i costi di produzione.

La crisi del comparto ha avuto riflessi negativi sull'economia di gran parte delle regioni meridionali e una riduzione occupazionale di circa il 30% delle giornate lavorative impiegate nella produzione e commercializzazione dell’uva da tavola. A causa dei mancati ricavi ottenuti quest'anno, molti viticoltori pugliesi avranno difficoltà ad intraprendere la nuova coltivazione dei vigneti nel 2012.

Decisamente meglio sta andando la commercializzazione delle uve delle varietà raccolte ad ottobre, tra cui Italia e Crimson Seedless coperte con plastica per ritardare la raccolta e commercializzazione. Sembrerebbero buone le prospettive anche per gli ultimi mesi di commercializzazione dell'uva pugliese.

Alla metà di ottobre abbiamo visitato i vigneti dell'azienda Milillo di Rutigliano (BA) e siamo rimasti affascinati dalla quantità, qualità, colore, contenuto di zuccheri, bellezza dei grappoli e fragranza delle bacche delle cultivar Italia con semi e Crimson Seedless senza semi.

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.


Molto interessanti sono le iniziative adottate dai Milillo per utilizzare al meglio i propri terreni e le strutture di copertura, coltivando orticole nei mesi di dormienza dei vigneti e dei ciliegeti.

Clicca qui per accedere al reportage fotografico.

Per maggiori infromazioni:
Mario Colapietra
Cell.: 339 6383200
Email: mariocolapietra@libero.it

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto