Una dieta a base di verdure crude tiene lontane le malattie cardiache

Uno studio elaborato dai ricercatori delle università canadesi McMaster e McGill ha coinvolto 27.000 persone di cinque etnie diverse per indagare se e quanto la dieta fosse in grado di modificare l’attività del gene 9p21, che aumenta il rischio di malattie cardiache. Secondo gli esperti, avere un’alimentazione equilibrata e consumare grandi quantità di verdure crude si abbassa il rischio d’infarto, ictus o ipertensione.
 
Sonia Anand della McMaster University, coautrice dello studio, ha dichiarato: "Abbiamo osservato che l’effetto di un genotipo ad alto rischio può essere attenuato consumando una dieta ricca di frutta e verdura. I nostri risultati supportano la raccomandazione di consumare più di cinque porzioni di frutta o verdura al giorno per promuovere un buono stato di salute, meglio ancora se le verdure sono crude".
 
Ricordiamo poi che questa dieta significa fare anche il pieno di antiossidanti, di vitamine e sali minerali e tenere bassi i livelli di colesterolo.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto