Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Da uno studio neozelandese

Mangiare patate non sempre manda in tilt la glicemia

Le patate, se abbinate ad altri cibi, non mandano in tilt i valori di zuccheri nel sangue. E' quanto sostiene uno studio dell'Otago Department of Human Nutrition, in Nuova Zelanda, che allontana i pregiudizi sul tubero ritenuto una fonte di carboidrati troppo ricca di zuccheri e quindi capace di far schizzare in su l'Indice glicemico (Ig), la misura degli effetti dei carboidrati sul livello degli zuccheri nel sangue.

I ricercatori neozelandesi hanno, infatti, scoperto che incorporando le patate in un piatto misto a base di pollo, piselli, carote, kumara - un tipo di patata dolce locale - e sugo di carne, l'Indice glicemico previsto per la sola patata, 65, era in realtà più basso, fermo a 53. Questo significa che sebbene la patata si collochi tra i cibi ad alto indice glicemico, spiegano Hayley Dodd e Bernard Venn, che hanno condotto la ricerca pubblicata sull'American Journal of Clinical Nutrition su 30 adulti sani tra 18 e 50 anni, una pietanza a base di patate può classificarsi tra i piatti a basso con Indice glicemico basso.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto