Le dinamiche del mercato melicolo in India: forte crescita dell'import

SCS Group è una società di consulenza specializzata in marketing agroalimentare, commercio internazionale e strategia di comunicazione legati ai prodotti agricoli, pioniere nella commercializzazione degli alimenti e delle bevande in India.
Durante l’ultimo Asia Fruit Congress di Hong Kong, il 9 settembre 2011, Keith Sunderlal di SCS Group ha presentato una relazione sul modo in cui il mercato delle mele sta evolvendo in India.

L’India è definibile come una vivace democrazia, con una popolazione di oltre 1,2 miliardi di persone. Un paese di contrasti e diversità, demograficamente giovane, con una rapida crescita economica e una fiorente classe media.

Il settore locale delle mele si caratterizza per la produzione localizzata principalmente in tre regioni del Nord dell’India: Himachal Pradesh (0,28 milioni di ton), Valle del Kashmir (1,37 milioni di ton) e Uttaranchal (0,11 milioni di ton). La produzione annuale di mele è approssimativamente di 2 milioni di ton, anche se quest’anno si segnala un significativo calo.

Le cinque più grandi città dell’India (Mumbai, New Delhi, Bangalore, Kolkata, Chennai) superano i 41,5 milioni di abitanti. Il consumo di mele è diffuso in tutto il paese e le altre 25 principali città indiane raccolgono ulteriori 50 milioni di persone. La maggior parte della classe media si trova in queste prime 30 città.

Nelle aree di produzione esistono pochissime linee moderne di selezione e confezionamento. La maggior parte delle mele viene spedita in tutta l'India con trasporti a temperatura ambiente, principalmente in casse di legno, anche se l'uso del cartone è in crescita. Lo stoccaggio è concentrato nel nord dell'India, in particolare a Delhi.

In India, la vendita al dettaglio tradizionale domina al il commercio dei prodotti freschi, anche se sta finalmente prendendo piede il retail moderno. La maggior parte delle grandi catene internazionali sta infatti testando questo promettente mercato.

Attualmente, i prodotti premium dispongono di una quota sproporzionata nelle strutture moderne di vendita al minuto. La crescita dei frutti di importazione è strettamente collegata al dettaglio moderno e agli operatori stranieri.

Nel grafico sopra è evidente la crescita dell'import di mele in India dal 2005 al 2010

Le importazioni di mele in India sono iniziate negli anni ’90. Nella stagione 2010/2011 (da settembre ad agosto) sono stati importati circa 7 milioni di scatole di mele. I principali paesi fornitori sono Stati Uniti, Cina e Cile. Si stima che le importazioni raggiungeranno i 10 milioni di scatole o le 200.000 ton entro i prossimi tre anni.

Alterne fortune dei fornitori: si noti come Australia e Nuova Zelanda abbiano ridotto il loro export verso l'India dal 2001-02 al 2009-10

In conclusione, ha detto Sunderlal, l'India sta diventando un fattore significativo nel commercio globale di mele. C'è spazio per altri fornitori che, però, devono comprendere meglio il mercato indiano. Devono, cioè, avere un piano apposito per l'India!

Contatti
Keith Sunderlal
Email: keith@scs-group.com

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto