Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

USA: le banane equosolidali guadagnano terreno nel mercato

Anche se le banane certificate FairTrade (del commercio equo e solidale) rappresentano meno dell'1% delle vendite di banane statunitensi, i dati preliminari del primo semestre del 2011 mostrano un aumento del 20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, in gran parte nel settore della banane biologiche.

Per incrementare i volumi e attirare i rivenditori che non vogliono pagare un 20% in più per i prodotti biologici, Fair Trade USA prevede di introdurre una nuova struttura di prezzi nel 2012 per le banane convenzionali certificate FairTrade. Maggiori dettagli dovrebbero essere disponibili entro un mese.

Scott DiMartini, sales manager di Turbana Corp., ha detto di aver visto una consistente crescita dei volumi di banane convenzionali FairTrade provenienti dalla Colombia, e il successo Turbana con questi rivenditori di alto profilo è stato raggiunto aprendo le porte a nuovi clienti. Organics Unlimited ha iniziato quest'anno a commercializzare le prime banane biologiche FairTrade provenienti dal Messico.

Anche se le vendite procedono a rilento, il presidente Mayra Velazquez de Leon ha riferito che la certificazione le permette di offrire una vasta gamma bio: a marchio FairTrade; banane GROW, di cui beneficiano anche i piccoli produttori e che costano circa 4 dollari a cassa; a marchio aziendale.

Oke USA Fruit. Co., che importa banane biologiche equo e solidali a marchio Equal Exchange, ha creato una fornitura più stabile quest'anno grazie alla collaborazione con due cooperative di produttori in Perù e una in Ecuador. Lo ha dichiarato Jessica Jones-Hughes, direttore operativo dell'azienda.

Jon Croft, vice-presidente per il reparto ortofrutta della catena MOM’s Organic Market, vende una media di 230 casse di banane Equal Exchange a settimana al prezzo di 79 centesimi di dollari al chilo per competere con i grandi rivenditori.

Nonostante sia impressionato dall'impegno di Oke, Croft ha detto che i rivenditori che vogliono aprirsi ai prodotti del commercio equo e solidale, dovrebbero prevedere qualche ostacolo sul loro cammino in termini di qualità e di offerta.

Simcha Weinstein, direttore marketing per Albert’s Organics, attribuisce la crescita delle vendite bio FairTrade nel corso degli ultimi anni alla promozione del marchio da parte di Albert’s.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto