L'esperienza della belga De Aardappelhoeve

Il packaging sostenibile e biologico rappresenta il futuro



Situata tra i campi di patate del comune belga di Tielt, l'azienda De Aardappelhoeve è attiva dal 1992 nella coltivazione e nel confezionamento di patate. "Inizialmente abbiamo servito solo il mercato convenzionale, ma dal 2004 offriamo anche patate biologiche" racconta Bart Nemegheer, manager di De Aardappelhoeve. "Perciò non poteva mancare anche una confezione biologica per questo prodotto. Da poco stiamo lavorando con la nuova pellicola da imballaggio Bio Jbreeze (concept VDH) e siamo molto soddisfatti".



Minima differenza di costi rispetto alla confezione "normale"
De Aardappelhoeve fornisce tre tipi di patate biologiche, Bio Kriel, Bio Zachtkokend e Bio Vastkokend. "Dalla fine di settembre confezioniamo le Bio Zachtkokend e le Bio Vastkokend con la pellicola Bio Jbreeze. Fornivamo le patate in sacchetti di plastica, ma la richiesta di imballaggi sostenibili aumenta sempre più. Anche l'inchiostro con il quale la confezione viene stampata è biologico".

Bart indica che i costi del Bio Jbreeze rispetto a una confezione in plastica non sono poi così elevati. "La differenza è di circa 7,5 centesimi per chilo di patate. Inoltre ci sono persone che danno valore al biologico e spesso non dà loro fastidio pagare un po' di più per la confezione. L'importante è puntare alla riduzione dei rifiuti e la nuova confezione serve proprio a questo".



"Prevedo che nell'arco di 10 anni tutto sarà confezionato in maniera biologica e non verranno utilizzate più plastiche inquinanti. Tutti sono impegnati nel ridurre i rifiuti e questo lo si potrà vedere nettamente nel settore packaging. Inoltre sta aumentando il numero di persone che mangia biologico", dichiara Bart.


A sinistra Bart Nemegheer di De Aardappehoeve, a destra Jan Van den Heuvel della VDH.

Le patate biologiche offerte da De Aardappelhoeve, arrivano dall'azienda olandese De Biostee. "Quest'azienda produce patate bio qualitativamente buone - racconta Bart - Nei dintorni vengono coltivate solo patate convenzionali, quindi dobbiamo cercare altrove le patate biologiche". De Aardappelhoeve rifornisce soprattutto i supermercati; per esempio presso Bioplanet sono già disponibili le nuove confezioni Bio Jbreeze. "Anche altri supermercati hanno mostrato interesse e siamo impegnati nella definizione di nuovi accordi".

Jan van den Heuvel ha iniziato tre anni fa con il concept VDH. Ha un'esperienza di circa 25 anni nel settore degli imballaggi per ortofrutta. "Forniamo un vasto assortimenti di soluzioni di packaging per l'ortofrutta e siamo cresciuti molto negli ultimi anni. Ciò è stato possibile in quanto siamo orientati al mercato e ai nostri clienti, dalla progettazione al risultato finale. Se il cliente desidera un certificato CO2 Neutraal, paghiamo un risarcimento per l'emissione di anidride carbonica sviluppata durante la produzione della pellicola per imballaggi bio. Il denaro viene dato in beneficenza". Per discutere delle tendenze innovative sugli imballaggi, VDH organizza nel corso dell'anno diversi incontri con altre aziende.

Per maggiori informazioni:
VDH Concept bvba
Jan van den Heuvel
Nerviërslei 15
2900 Schoten
Belgio
Tel: +32 3 685 06 33
Fax: +32 3 645 75 81
Email: jan@vdhconcept.com
sales@vdhconcept.com
Web: www.vdhconcept.com

De Aardappelhoeve
Bart Nemegheer
Putterijstraat 7A
8700 Tielt
Belgio
Tel: +32 477 291784
Fax: +32 514 09501
Email: Bart@deaardappelhoeve.net
Web: www.deaardappelhoeve.com

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto