Francia: minori importazioni di ortaggi nel 2010

Quest'anno la Francia ha importato minori volumi di ortofrutticoli rispetto al 2009. E' quanto riporta il giornale olandese Agrarisch Dagblad. Le importazioni di pomodori sono quindi diminuite del 10%, quelle di zucchine del 6% e quelle di cetrioli del 4%. Per quanto riguarda i cetrioli, la fornitura olandese ha mostrato un calo dell'11%. A causa delle minori importazioni, il prezzo dei prodotti esteri in Francia è salito sensibilmente negli ultimi mesi.

E' quanto risulta da una panoramica sulla stagione, fornita dall'istituto di statistica del ministero delle politiche agricole francesi Agreste. L'import di pomodori e zucchine risulta sotto la media degli ultimi 5 anni. Il Marocco ha rifornire la Francia di quasi un quarto del totale di pomodori rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda i cetrioli, è stata soprattutto l'Olanda il fanalino di coda del calante import dall'estero. La Spagna ha esportato verso la Francia il 3% in più di cetrioli, e questo paese è riuscito a posizionarsi meglio anche per quanto riguarda pomodori e zucchine.

Agreste considera il calo di importazioni in Francia non direttamente dovuto a una diminuzione della domanda, ma alle pessime condizioni meteorologiche primaverili sia in Marocco e Spagna sia nei paesi del nord Europa. "Questa situazione ha messo gravemente sotto pressione la produzione dei principali fornitori della Francia". Ed ecco perché i prezzi dei prodotti importati si collocano su un livello relativamente alto. I pomodori salgono del 48% e i cetrioli del 10% rispetto allo scorso anno.

Anche l'import di frutta quest'anno è un po' diminuito rispetto alla scorsa stagione: le importazioni di ciliegie e albicocche sono diminuite di un quarto, mentre quelle di pesche del 7%. E anche in questo caso il clima nei paesi di origine dei prodotti ha giocato un ruolo fondamentale.

Fonte: Agrarisch Dagblad


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto