Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

UE: dopo il 2016 il pagamento unico medio per azienda agricola potrebbe ammontare a circa 5.300 euro

Secondo i dati contenuti in un documento di lavoro interno della Commissione UE, in seguito alla piena introduzione dei pagamenti diretti nei nuovi Stati membri (che si completerà nel 2016), la media del pagamento unico per azienda nell’Ue- 27 potrebbe ammontare a circa 5.300 euro, con un pagamento di circa 271 euro per ettaro.

Si tratta di cifre puramente indicative, ma che forniscono dei dati comparativi su quanto ciascuno Stato membro riceverebbe se, ai sensi delle norme vigenti, fosse applicato un pagamento forfettario.

L'importo per superficie coltivata varia notevolmente: da circa 460 euro per Belgio e Paesi Bassi e 413 euro per l’Italia a 118 euro per l’Estonia e 95 euro per la Lettonia. In generale, l’importo è inferiore nei nuovi Stati membri (in media 209 euro) rispetto ai "vecchi" Stati membri (in media 295 euro).

I dati mostrano che una volta conclusosi il periodo d’introduzione dei pagamenti diretti nei nuovi Stati membri, il più alto tasso di aiuto per ettaro sarebbe quello per Malta (800 euro).

A fronte di una media di pagamenti unici per azienda UE- 27 di circa 5.300 euro, il pagamento medio per azienda agricola in Repubblica Slovacca potrebbe arrivare a 25.000 euro, e in Repubblica Ceca fino 41.000 euro, considerate le grandi dimensioni delle aziende agricole in questi Paesi.

Queste cifre sono calcolate sulla base della dotazione finanziaria complessiva per Stato membro (di cui all'allegato VIII del regolamento 73/2009), divisa per le zone agricole potenzialmente ammissibili, pertanto forniscono un'indicazione più precisa riguardo l’estensione dei terreni ammissibili.

I dati precedenti, successivi all'adozione dell’Health Check, che indicavano che il più alto tasso di aiuto per ettaro fosse quello di Grecia e Malta (500 euro per ettaro o più), erano invece basati sulla metodologia Eurostat dell’ "area agricola utilizzata".

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto