Tante soluzioni anche on line per mangiare frutta e verdura dall'origine garantita

Un orto in affitto per chi non possiede ne' la terra ne' un balcone

Che bello coltivare da soli il proprio orto, si legge su tutti i giornali: peccato siano moltissime le famiglie, soprattutto quelle che vivono in città, che non possiedono né un minuscolo pezzetto di terra, né un balcone da destinare al proprio hobby. Che fare dunque? Per chi non vuol rimanere escluso dal trend, c’è la soluzione dell’orto in affitto. Da nord a sud, si stanno moltiplicando le iniziative, anche on line, che consentono di "adottare" a distanza un piccolo pezzo di terra.

Vediamo delle opportunità: ad Ardea, vicino a Roma, c’è l’Orto dei Desideri (www.ortodeidesideri.it): si possono affittarne 200 mq di terreno al costo di 300 euro all’anno, e coltivarci quello che si vuole. Nella Cascina Santa Brera (www.cascinasantabrera.it), nel cuore del Parco Agricolo Sud di Milano, si pagano invece 400 euro all’anno per poter raccogliere frutta e verdura a volontà.

Ma esiste anche la possibilità di affittare un orto "virtuale", per chi senza troppa fatica vuole comunque mangiare frutta e verdura dall’origine garantita. L’agriturismo Corte Roeli (www.corteroeli.com) lancia l’iniziativa "Adotta un albero": si può scegliere tra decine di varietà diverse, tra pere, mele, albicocche, pesche e susine, localizzando in una piantina l’esatta collocazione delle piante prescelte. Ogni due mesi si riceve una mail con tutte le notizie relative ai propri alberi, e al momento della raccolta si ricevono a casa nel giro di 24 ore le cassette con la frutta.

Ancora più divertente l’idea lanciata dall’azienda agricola Giacomo Ferraris, situata nella campagna vercellese: nel sito www.leverduredelmioorto.it è possibile iscriversi, scegliere la dimensione dell’orto e il mix di verdure da coltivare. Poi saranno esperti contadini ad eseguire il lavoro pratico di semina, irrigazione e raccolta, mentre il proprietario virtuale ha la possibilità di visitare l’azienda agricola e seguire l’evoluzione dell’orto durante il week-end. Grazie ad un servizio a domicilio, che copre le aree metropolitane di Milano, Torino, Vercelli, Biella, Novara e Casale, è garantita una fornitura settimanale e continuativa delle verdure, di 200 kg a persona nel corso dell’anno. Insomma, una specie di Farmville - il gioco di Facebook in cui ci si improvvisa agricoltori - dove però la terra è reale.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto