Nocciola Piemonte, la piu' buona del mondo secondo il Centro Studi Assaggiatori

Il suo segreto è la consistenza, ma anche la dolcezza e un aroma intenso e persistente, che esalta la percezione della frutta a nocciolo. Non ci sono dubbi: la nocciola Piemonte è la più buona al mondo.

Lo ha dimostrato scientificamente l'analisi condotta dal Centro Studi Assaggiatori, l'unità di ricerca sull'analisi sensoriale più avanzata e completa in Italia, che ha già firmato la certificazione sensoriale di prodotti come il Valcalepio Doc, l'Espresso Italiano Certificato e il tartufo bianco d'Alba. La metodologia utilizzata si basa su una scheda sensoriale complessa che, attraverso numerosi descrittori, genera un albero degli aromi del prodotto.

Le valutazioni da parte di un team di 9 giudici qualificati sono state eseguite su tre tipologie di campioni di nocciole provenienti dal Piemonte, dal Lazio e dalla Turchia, le tre qualità più diffuse e usate al mondo. L'analisi è partita dalla nocciola cruda, per passare, poi, a due prodotti trasformati, biscotto e mousse, preparati dal medesimo operatore con la stessa ricetta e unica variante la materia prima data dalle tre diverse tipologie di nocciole.

Ne è emerso che, rispetto alle altre due contendenti, la nocciola Piemonte è quella dotata dei "generatori edonici" più efficaci, ovvero è quella con le qualità caratterizzanti che più incidono sulla piacevolezza gustativa dei prodotti.



Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto