Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Crisi: la Regione Sicilia approva provvedimenti urgenti per l'agricoltura

La giunta siciliana presieduta da Raffaele Lombardo ha approvato i provvedimenti per l'agricoltura siciliana. In particolare verrà rimpinguata la dotazione finanziaria del fondo di rotazione (art. 16 della Finanziaria), che passerà da 15 milioni a 65 per consentire a tutte le aziende agricole di ottenere le risorse finanziarie necessarie per iniziare la prossima annata agraria.

L'articolo 17 della Finanziaria (credito di esercizio a tasso agevolato) verrà rivisto per consentire anche alle cooperative di produttori che si occupano di lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli l'accesso al concorso nel pagamento degli interessi sul tasso di riferimento sui prestiti agrari per gli anticipi ai soci conferenti, nei limiti del regime di de minimis. Entro venerdì, inoltre, verrà emanato il decreto assessoriale sui criteri e le modalità di concessione dei prestiti a tasso agevolato ed entro il 23 dicembre il dirigente generale dell'assessorato provvederà ad approvare le disposizioni e ad emanare lo schema di convenzione da stipulare con le banche.

Grazie alla riscrittura dell'articolo 18 della Finanziaria, verranno concessi alle aziende agricole singolo ed associate contributi in conto interessi sui finanziamenti almeno decennali, contratti per il consolidamento delle passività pregresse. Potranno essere concessi inoltre agli agricoltori che ne faranno richiesta anche contributi in conto capitale o finanziamenti agevolati finalizzati all'aumento del capitale sociale.

Per consentire l'attuazione della norma l'assessorato agricoltura stabilirà con proprio decreto le modalità e le procedure per attivazione dei canali di finanziamento. Per far fronte alle richieste la dotazione del fondo unico costituito presso l'Ircac verrà incrementata destinando i previsti 5 milioni di euro. Danni da peronospora: a fronte di una stima dei danni pari a 50 milioni di euro, il governo nazionale nella scorsa finanziaria ha stanziato una somma pari a 6,8 milioni di euro che coprono poco più di un decimo del fabbisogno.

Il governo regionale si è impegnato a reperire e mettere a disposizione dei viticoltori ulteriori risorse, almeno 8 milioni di euro, che serviranno per il ristoro dei danni per l'annata 2007. Il presidente della regione Lombardo, si è inoltre impegnato a manifestare al governo nazionale l'esigenza di ampliare il limite di aiuto in regime di de minimis per portarlo a 30.000 euro, anche in virtù del fatto che già come da comunicazione della commissione per l'anno in corso è stato ampliato da 7.500 a 15.000 euro.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto