Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Frutta secca, che passione

A farci compagnia nei mesi invernali di preparazione al periodo natalizio e poi nei giorni stessi di festa, c’è la frutta secca, in tutte le sue varianti: noci, nocciole, pistacchi, uva passa, datteri. Vediamone le proprietà.

Noci
Ricche di calcio, fosforo e potassio, sono l’immagine per eccellenza della frutta secca. Solo per ‘loro’ esiste uno strumento dedicato per l’apertura, appunto lo schiaccianoci, che viene comunque usato anche per altri tipi di frutta secca. Le noci si utilizzano anche per preparare salse, sughi e dolci, nonché un vino che ne prende appunto il nome, ‘nocino’.

Nocciole
Seccate e tostate, le nocciole sono molto usate nella preparazione di dolci, ma vengono apprezzate anche come frutto a sé, infatti dividono spesso lo spazio con le noci nei grandi cestini di vimini. L’industria dolciaria le utilizza per produrre torroni, cioccolate (in tavoletta o da spalmare) e gelati, artigianali e industriali. Sono ricche di calcio, fosforo e soprattutto potassio, nonché di vitamina A. Attenzione solo all'apporto calorico: 630 calorie per 100 gr.

Pistacchi
Coltivati soprattutto in Sicilia, dove il pistacchio del comune di Bronte rappresenta un’eccellenza nazionale, i pistacchi sono un frutto ricco di grassi (oltre il 50%) e quindi con un notevole apporto calorico. Siamo nell’ordine di 610 calorie ogni 100 gr. Utilizzati freschi o secchi nella preparazione di alimenti salati (salumi, salse, sughi), nei dolci (torte, crostate, biscotti) e nei gelati, i pistacchi sono quelli più maneggevoli tra i ‘compagni’ della famiglia della frutta secca, per cui si prestano al consumo anche giornaliero durante tutto l’anno.

Uva passa
Essiccata al sole, l’uva passa contiene elevate quantità di zuccheri (oltre il 70%) e di conseguenza molte calorie: 300 per 100 gr. Contiene inoltre calcio, fosforo, sodio e molto potassio, circa 860 mg. Le varietà più note sono quelle di Malaga, di Corinto, di Smirne (o sultanina). Utilizzata per preparare dolci, ma anche sotto spirito.

Datteri
Ne esistono 2 grandi gruppi: quelli molli e zuccherini, quelli secchi e poco zuccherini. I primi sono i più pregiati e conservano morbidezza anche dopo l’essiccazione, sono ricchi di minerali, di fibra e di zuccheri, che portano le calorie a 300 per 100gr. Vengono usati per preparare dolci o così come sono, o farciti con le mandorle.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto