"Con il nuovo anno scolastico ritorna "Frutta Snack" in 150 scuole secondarie"

Ritorna con l’inizio del nuovo anno scolastico Frutta Snack, il progetto promosso da Alimos (ex Centrale), che offre la possibilità concreta agli studenti delle scuole secondarie di scegliere snack nutrizionalmente corretti a base di frutta e verdura.

Dopo la conclusione della fase sperimentale il progetto continua e sono oltre 150 le scuole di Roma, Bari, Emilia-Romagna e Marche che hanno riconfermato il mantenimento dei distributori automatici dedicati.

I Ministeri della Salute e dell’Istruzione, promotori del progetto nell’ambito del programma interministeriale "Guadagnare Salute", hanno infatti invitato le scuole a mantenere in uso la distribuzione automatica di frutta fresca e a proseguire le attività di educazione ad una sana alimentazione per il mantenimento dei risultati conseguiti, la prevenzione di patologie croniche e il contrasto di fenomeni tipici dell’età giovanile.

Oggi l'alimentazione è un fattore strategico di salute, ma chi entra a scuola trova le solite merendine. Negli ultimi decenni sono cambiate enormemente le abitudini alimentari: in tutte le occasioni alimentari, comprese colazione e merenda, si mangiano troppi carboidrati sotto forma di pasta, pane e prodotti industriali - ipercalorici e iperpubblicizzati - a discapito di verdura e frutta.

Il progetto "Frutta Snack" ha dimostrato che non è vero che agli adolescenti non piace la frutta - è che ormai sono abituati fin da piccoli a mangiare alimenti ricchi di conservanti e grassi trans, dalla consistenza morbida e dal sapore dolce; abitudini alimentari non corrette che spesso anche la famiglia asseconda.

Lo dicono i risultati del monitoraggio realizzato dalla Facoltà di psicologia dall’Università di Bologna lo scorso anno scolastico su un campione di circa 2500 studenti. Il 60% dei ragazzi hanno consumato la frutta del distributore. A andare per la maggiore e' stata soprattutto la macedonia, scelta dal 50% dei ragazzi, seguita dalle mele a fette, lo yogurt e i succhi di frutta senza zuccheri aggiunti. Inoltre il 54 per cento degli studenti ha dichiarato di aver aumentato anche a casa il consumo di ortofrutta, raggiungendo la media invidiabile di tre porzioni di frutta al giorno. Clicca qui per scaricare la sintesi dell'indagine condotta da Uni Bologna.

Il progetto ha confermato quindi quanto possa incidere nell’educazione alimentare un modello di promozione che alla formazione degli insegnanti e alla sensibilizzazione degli studenti associ la disponibilità concreta di frutta e verdura pronta al consumo.

Per l’anno scolastico 2009/10 Alimos propone alle scuole di continuare nel percorso educativo intrapreso attraverso:
  • Aggiornamento/Formazione degli insegnanti. Saranno organizzati incontri a Roma, Bari, Bologna, Cesena nel prossimo mese di ottobre sia come momento di riflessione e proposta operativa sui temi del progetto che di formazione per i docenti sul tema "Conoscere i meccanismi della distribuzione e della pubblicità per un consumo consapevole".
  • Concorso rivolto agli studenti dal titolo "Fai la Scelta Giusta". Un semplice videofonino sarà lo strumento che gli studenti potranno utilizzare per filmare una scena in linea con il tema della corretta alimentazione. Il concorso verrà lanciato in anteprima in occasione della fiera Macfrut a Cesena.
  • Distributori automatici "Frutta Snack". Nei prossimi giorni verrà riattivato il rifornimento dei prodotti dalle ditte del vending che collaborano al progetto che vede l’entrata in scena di due nuove aziende, 2G e Daemil.
Questa la "squadra": il gruppo "E' Qui Frutta Snack" gestisce la logistica nelle scuole della Romagna, la "2G" di Albano Laziale in provincia di Roma, Daemil (associata al gruppo Buon Ristoro), in provincia di Bologna.

L’OP Terra di Bari e la cooperativa verde Valdaso di Ascoli Piceno cureranno invece sia la produzione della frutta di IV gamma che il rifornimento dei distributori automatici rispettivamente per le aree di Bari e Ascoli Piceno, Macerata, Ancona.

Viene confermata un’altra importante novità: vaschette pronte all’uso di macedonia di frutta e di mele fresche provenienti da agricoltura biologica allo stesso prezzo del prodotto convenzionale. La macedonia di frutta fresca è composta attualmente da pesche, uva, mele, ananas. Le confezioni sono certificate "da agricoltura biologica" lungo tutto il processo produttivo, dalla coltivazione in campagna al confezionamento.

Per info:
Alimos- Alimenta la Salute
Tel.: +39 0547 415158

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto