Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Una panoramica sul mercato internazionale della cipolla

Pubblichiamo qui di seguito una panoramica sul mercato internazionale della cipolla, come risulta dai dati forniti dall'organizzazione olandese Productschap Tuinbouw.

Germania
Il prezzo delle cipolle si è stabilizzato e si colloca attualmente intorno a 15 euro per 100 kg (franco stazione di confezionamento).

Polonia
Il prezzo ha mostrato un calo. Le quotazioni all'ingrosso sono attualmente su un livello di 22 - 23 euro per 100 kg (calibro 50-70mm in sacchi da 15 kg).

America del Sud
Le principali nazioni produttrici di cipolle del Sud America sono Messico, Brasile, Argentina, Perù, Colombia e Cile.

Per quanto riguarda il Cile, qui la produzione annua può variare in misura notevole da una stagione all'altra, oscillando tra 200.000 e 400.000 tonnellate: qui infatti i produttori reagiscono con riduzioni o aumenti drastici delle colture, a seconda dei prezzi registrati nel corso della precedente campagna delle esportazioni di cipolle. L'export cileno ha registrato un volume di 65.000 ton nel 2007, di 80.000 ton nel 2008 e di 30.000 ton nel corso dell'attuale 2009. I principali mercati esteri di vendita per la cipolla cilena sono Regno Unito, Brasile e USA.

In Argentina, le superfici coltivate a cipolle sono stimate attualmente in 22.000 ettari, con un raccolto di 600.000 tonnellate. Si tratta di un aumento significativo rispetto a qualche anno fa. L'aumento produttivo è stato dovuto principalmente a maggiori opportunità di esportazione.

Il raccolto brasiliano di cipolle dovrebbe collocarsi su un livello di 867.000 tonnellate. Nel periodo tra settembre e febbraio, il Brasile si trova di solito con un surplus produttivo di cipolle, che vengono perciò destinate all'esportazione, mentre da febbraio a settembre la produzione domestica non è sufficiente al mercato interno e dunque il Brasile diventa paese importatore di cipolle.

Il Perù produce principalmente cipolle dolci e per questa stagione gli esportatori peruviani si aspettano di avere un 50% in più di cipolle da esportare.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto