Avviati negoziati UE-Svizzera su liberalizzazione totale degli scambi nel settore agroalimentare

La commissaria europea per l’agricoltura e lo sviluppo rurale Mariann Fischer Boel e la consigliera federale svizzera Doris Leuthard, capo del Dipartimento federale dell’economia, hanno aperto qualche giorno fa i negoziati in vista di una liberalizzazione totale degli scambi agricoli tra l’UE e la Svizzera.

Data la vicinanza geografica e il volume degli scambi bilaterali, tale liberalizzazione è nell’interesse di entrambe le parti. I negoziati sono la logica continuazione di un processo di liberalizzazione che era già stato avviato con l’accordo del 1972 e che ha il suo fondamento, per quanto concerne il settore agricolo, nell’accordo agricolo bilaterale del 1999.

I negoziati su tematiche non tariffarie quali la sicurezza alimentare e il cibo per animali, saranno infatti un elemento a sé stante di questi negoziati. Questa parte di negoziati inizierà in un periodo successivo e ricadranno sotto la responsabilità della Commissaria responsabile della Sanità, Androulla Vassilou.

Scambi agricoli tra l’Unione europea e la Svizzera
Nel 2007 le esportazioni agroalimentari dell’Unione europea verso la Svizzera sono ammontate a 4,7 miliardi di euro, mentre il valore delle importazioni dell’Unione europea dalla Svizzera è stato di 2,7 miliardi di euro. La Svizzera è il terzo partner commerciale dell’EU nel settore. Il 70% delle esportazioni agricole svizzere è destinato al mercato UE e il 7% delle esportazioni agroalimentari UE sono dirette verso la Svizzera.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto