Paolo De Castro: vanno incoraggiate le aziende agricole dirette da giovani

In una recente intervista rilasciata al Corriere Cesenate, il già ministro dell’agricoltura e oggi vice presidente della commissione agricoltura del Senato Paolo De Castro ha dichiarato: "Le statistiche dicono che le aziende condotte da giovani sono quelle più efficienti e quelle che producono più reddito. Per questo credo che, anche in Romagna, i giovani imprenditori agricoli vadano messi nelle condizioni di operare al meglio".

"La Romagna è stata motore trainante di quell’agricoltura di qualità che tutti cercano e invocano - ha dichiarato De Castro al Corriere Cesenate - e ciò è dovuto senza ombra di dubbio alla grande organizzazione che da sempre il sistema romagnolo si è dato. Penso ad Apofruit, a Orogel, ad Agrintesa. Tutte realtà che, strutturandosi, sono riuscite, seppur con qualche fatica iniziale, a reggere all’urto della globalizzazione".

"Anni fa bastava produrre frutta e verdura di qualità - ha precisato De Castro - mentre oggi questo non è più sufficiente. Ora servono strategie commerciali precise. Si pensi solo a quanto è strutturata la GDO, la grande distribuzione organizzata, le grandi catene di ipermercati i quali necessitano ogni giorno di quantità enormi di frutta e verdura. Ma solo chi è in grado di fornirgliela con continuità può entrare nel novero dei fornitori".

Per quanto riguarda l’OCM (organizzazione Comune di Mercato) per l'ortofrutta a livello europeo, vale a dire i sussidi che l’Europa dà al mondo produttivo. "I finanziamenti servono - ha ricordato De Casto - ma le aziende non possono e non devono basarsi solo su di essi. A tal proposito, sottolineo come i giovani imprenditori abbiano una marcia in più e debbano essere incoraggiati. Ma dobbiamo essere realisti: i giovani che lavorano vogliono fare reddito e se la terra non li premia, scappano. Dobbiamo fare in modo che in campagna le imprese efficienti possano fare reddito in maniera dignitosa".

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto