"Gran Bretagna: la "super-bacca" Goji mette a repentaglio i campi di pomodori e patate"

Le bacche di Goji possono apparire innocue, ma l'esagerato successo che stanno riscontrando in Gran Bretagna per via della loro fama di "super-alimento" - che ha trovato celebri "sponsors" come Kate Moss e Mick Jagger - potrebbe rivelarsi devastante per le coltivazioni di pomodori e patate.

Il governo britannico ha infatti allertato gli agricoltori circa questo rischio, dopo la notizia che ben 90.000 piante di bacche di Goji, le quali possono diffondere fitopatologie letali per altre coltivazioni, sono state illegalmente importate dall'est asiatico negli ultimi anni. Alcune di queste piante sono state sequestrate e distrutte ma si teme che molte altre abbiano già attecchito nei giardini dei fan di bacche di Goji.


Il dipartimento inglese per l'ambiente il cibo e gli affari rurali (Defra) ha già allertato produttori commerciali, garden center e giardinieri, mentre l'unione nazionale degli agricoltori (NFU - National Farmers' Union) ha avvisato che le fitopatologie potenzialmente trasmissibili dalle piante di Goji potrebbero rivelarsi "devastanti".

Come dichiarano presso l'NFU: "C'è particolare preoccupazione per questo fatto, semplicemente perché le piante di Goji appartengono alla stessa famiglia delle patate e dei pomodori (Solanacee) e dunque eventuali parassiti e fitopatologie possono facilmente trasferirsi tra cultivar simili. Si pensi che il valore commerciale della sola produzione britannica di pomodori equivale a 150 milioni di sterline (quasi 190 milioni di euro) e le patate valgono ancora di più, a dimostrazione delle dimensioni dell'industria sottostante a queste due coltivazioni. Se un parassita dovesse arrivare ad attaccarle, gli effetti sarebbero disastrosi".

Le bacche di Goji, anche note come Lycium barbarum e native dell'Himalaya tibetana, contengono fino a 500 volte la vitamina C contenuta in un'arancia. Sono state utilizzate per secoli dai cinesi come ingrediente di vari medicinali. La domanda di queste bacche rosse in Gran Bretagna è esplosa nel corso degli ultimi anni, grazie proprio alla fama di "super-food", veicolata non soltanto da esperti di salute, ma anche da note celebrità del mondo dello spettacolo. Il problema è che solo sementi e piante prodotte nei paesi dell'Unione Europea possono essere importate in Gran Bretagna, in quanto soggette a tutti i controlli fitosanitari del caso e certificate come prive di fitopatologie.

Fonte: belfasttelegraph.co.uk

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto