Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Produzione a -30%

Francesco Bassi (Alegra): sono da raddoppiare le stime sul calo produttivo del kiwi italiano

FreshPlaza ha intervistato Francesco Bassi (nella foto qui sotto), direttore commerciale di Alegra, nonché responsabile per il Comitato Kiwi di Unaproa, per raccogliere la sua opinione sull'attuale stagione produttiva e commerciale per il kiwi italiano.

"Le analisi finora condotte si basano su dati ufficiosi - spiega Bassi - ma i campioni presi in esame sono comunque significativi. In linea di massima, le prime stime di qualche settimana fa, che parlavano di un calo produttivo intorno al 15 - 16%, devono essere completamente riviste."

"Per quanto ci risulta, possiamo parlare di cali intorno al 20% per il Piemonte e di una diminuzione di circa il 35% per Emilia Romagna e Lazio, sicché la stima a livello nazionale arriva ad un 30% di prodotto in meno. L'anno scorso il volume ha raggiunto i 5,4 milioni di quintali mentre il raccolto di quest'anno non dovrebbe superare 3,5 - 3,7 milioni."

Francesco Bassi precisa inoltre che dai quantitativi raccolti va scorporato circa un 15% di prodotto non commercializzabile: "Ciò dovrebbe ridurre il volume complessivo al di sotto dei 3,3 milioni di quintali."

Per quanto riguarda la pezzatura dei frutti, Bassi sottolinea: "Si notano nette differenze tra i kiwi dell'area Piemonte/Veneto e quelli provenienti da altre zone. Al nord Italia le pezzature sono superiori rispetto all'anno scorso, mentre in altre zone il prodotto ha calibri minori. Alcune pezzature mancano al nord, dove comunque, specialmente in Piemonte, la siccità si è sentita meno e le irrigazioni sono state abbondanti. C'è chi ha comprato acqua per darla ai kiwi."

Al momento, le aspettative sul fronte dei prezzi sono al rialzo: "C'è da rilevare tuttavia - sottolinea Francesco Bassi - che forse non tutti gli operatori sono ancora consapevoli della situazione e dunque per ora la dinamica del prezzo non sembra aver completamente assorbito il reale calo produttivo."

"La preoccupazione maggiore è quella che alcuni operatori del settore non riescano a rispettare in pieno gli impegni di fornitura, cosa che potrebbe produrre tensioni sul mercato. D'altra parte, stiamo notando una scarsa richiesta dai paesi oltreoceano, causata prevalentemente dal rafforzamento dell'euro e dalla presenza sul mercato di prodotto californiano offerto a prezzi molto bassi".

Alegra S.c.a.
Via G. Galilei, 5
48018 Faenza (RA)
Tel.: +39 0546 624401
Fax: +39 0546 622513
Francesco Bassi - Direttore commerciale
Sito web

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto