Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Innovativa soluzione della Fresh Appeal

Conservare frutta e verdura già tagliata per 14 giorni

La compagnia neozelandese Fresh Appeal Ltd sta lanciando sul mercato statunitense una soluzione innovativa per l'igienizzazione della frutta e verdura tagliata, tale da ottenere una conservazione ottimale per prolungati periodi di tempo, anche oltre 14 giorni.

La compagnia ha investito nel progetto 700.000 dollari e mesi di duro lavoro; l'amministratore delegato di Fresh Appeal, Flemming H. Rasmussen, ha dichiarato: "Per noi questo è un passo estremamente significativo. Dopo aver analizzato e quantificato, l'anno scorso, le opportunità sul mercato degli Stati Uniti, abbiamo oggi l'opportunità di offrire la nostra tecnologia ai nostri potenziali clienti."

Il procedimento realizzato dalla Fresh Appeal è stato sviluppato dagli scienziati neozelandesi della HortResearch e consiste nell'eliminazione di ogni tipo di batterio patogeno, compreso E.coli, salmonella e listeria, mediante lavaggio e irradiazione del prodotto con un fascio di luce ultravioletta. Questa tecnica di disinfezione può essere applicata non solo alle mele tagliate - sulle quali per prime è stato applicato il processo della Fresh Appeal - ma anche ad altri tipi di frutta, come arance o uva e ad un'ampia gamma di vegetali, incluse patate, zucche, carote, cavolfiori e broccoli.



L'autorità americana per la sicurezza alimentare Food and Drug Administration (FDA) ha approvato l'utilizzo di questo procedimento, che cade proprio a fagiolo in un contesto come quello statunitense nel quale le intossicazioni - anche letali - da E.coli sono ormai quasi all'ordine del giorno. "La nostra tecnologia - ha affermato Rasmussen - ha dimostrato di eliminare ogni possibile patogeno. Essa si configura come una nuova garanzia di sicurezza e igiene nell'industria alimentare."

In Nuova Zelanda, la soluzione proposta da Fresh Appeal ha trovato anche impieghi in grado di abbattere i costi di lavorazione del prodotto fresco. "Per esempio - ha detto Rasmussen - stiamo lavorando con un'azienda di quarta gamma che era costretta a mettere in funzione la sua linea di lavorazione tre volte a settimana per fornire sempre prodotto fresco, essendo la shelf-life limitata a 4-5 giorni. Adesso, invece, grazie a noi, la shelf-life per questi prodotti è aumentata a 14 giorni, con conseguente risparmio sui costi delle linee di lavorazione, che vengono utilizzate con minore frequenza."

Fonte: scoop.co.nz

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto