Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Commenti recenti continua

La clessidra

Spicca il mango

Il Peru' guadagna la scena europea con i suoi frutti tropicali surgelati

Oltre alle esportazioni di frutta fresca in mercati ad alto reddito come quello europeo, le esportazioni di frutta surgelata peruviana consentono al Perù di conquistarsi una visibilità internazionale. Ciò risulta chiaramente da un recente rapporto del Center for the Promotion of Imports from Developing Countries (CBI), un ente che fa capo alla Netherlands Business Agency. Secondo questo rapporto, l'aumento del consumo di frutta tropicale surgelata in Europa è riconducibile a diversi fattori, come il desiderio del consumatore di acquistare alimenti facili da preparare o pronti da consumare.

I principali mercati di destinazione di questi prodotti, in particolare dai Paesi in via di sviluppo come il Perù, sono Paesi Bassi, Germania, Francia, Regno Unito e Belgio. Va notato che i Paesi Bassi e il Belgio non consumano la maggior parte dei frutti tropicali surgelati che importano, ma che li riesportano verso altre destinazioni.

Il rapporto sottolinea che la maggior parte delle spedizioni che arrivano in Europa, riguarda mango surgelati che provengono principalmente da India e Perù. "I pezzi di mango surgelati sono molto diffusi nella produzione di frullati, insieme alle banane surgelate e altri frutti. Sono anche un ingrediente comune negli yogurt alla frutta", si legge nel rapporto.

L'India e il Perù sono leader nella fornitura di mango surgelato e dell'intera linea di frutti tropicali in questo formato. Fino al 2016, i Paesi Bassi è stato uno dei maggiori fornitori di questi prodotti in Europa. Successivamente è stato superato da India e Perù, il che rivela che i Paesi in via di sviluppo stanno aumentando la loro fornitura diretta alle destinazioni finali, evitando passaggi intermedi. Altri produttori che cercano di posizionarsi in questo segmento sono Vietnam, Messico, Filippine, Guatemala, Madagascar, Thailandia e Brasile.

Infine, il Centro per la promozione delle importazioni dai paesi in via di sviluppo (CBI), agenzia del ministero olandese degli affari esteri, afferma che le importazioni e le esportazioni di frutta tropicale surgelata stanno aumentando. Le importazioni europee di questo tipo sono cresciute in un anno del 17% in valore e del 9% in volume dal 2012, raggiungendo 140 milioni di euro e 74.000 tonnellate nel 2016. Inoltre, nei prossimi anni, si prevede una crescita delle importazioni di frutta tropicale surgelata dai Paesi in via di sviluppo, di oltre il 5% l'anno. Questa crescita dovrebbe essere guidata dalla crescente domanda di cibi sani e dall'interesse per un menu più vario con frutti esotici.

Fonte: agraria.pe

Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018