Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



La Doria, fatturato in aumento nei primi tre mesi dell'anno

Il Consiglio di Amministrazione di La Doria S.p.A., Gruppo leader nella produzione di derivati del pomodoro, sughi, legumi e succhi di frutta a marchio della Grande Distribuzione, ha approvato ad Angri il Resoconto Intermedio di Gestione al 31.03.2018.

L'andamento del Gruppo La Doria nel primo trimestre 2018, in linea con le previsioni è stato caratterizzato da un significativo aumento del fatturato e da una redditività stabile nonostante il permanere di uno scenario competitivo fortemente sfidante e il ruolo di forza della Grande Distribuzione.

In particolare, l'attività manifatturiera, svolta dalla Capogruppo La Doria S.p.A. e dalla controllata Eugea Mediterranea S.p.A., ha registrato un incremento dei ricavi (+3.6%) imputabile al soddisfacente aumento dei volumi venduti (+5.2%) e una marginalità operativa stabile malgrado il calo dei prezzi di vendita, grazie essenzialmente all'incremento dei quantitativi prodotti.

Anche l'attività di trading, svolta dalla controllata LDH (La Doria) Ltd sul mercato inglese ha registrato un aumento delle vendite (+13%) determinato da una forte crescita dei volumi
(+11.3%) e da un lieve incremento dei prezzi ascrivibile agli effetti dell'inflazione indotta dalla svalutazione della sterlina post Brexit, che ha continuato a colpire, seppur in maniera meno accentuata, i principali prodotti importati in euro e/o dollaro e commercializzati dalla società sul mercato britannico. In lieve calo, rispetto al medesimo trimestre del 2017, i margini operativi, a causa del perdurare della pressione esercitata dagli operatori della Grande Distribuzione inglese in un contesto inflattivo e di aumento della competitività.

Va evidenziato che sui risultati economico-finanziari di Gruppo ha influito, nel primo trimestre 2018, la dinamica valutaria, ovvero lo sfavorevole cambio di conversione euro-sterlina dei risultati della LDH per effetto della citata svalutazione della moneta inglese.

Risultati consolidati del primo trimestre 2018
I ricavi consolidati si attestano a 179 milioni di euro, in aumento del 6.9% rispetto ai 167.5 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente. A cambi costanti, il fatturato ammonterebbe a 181.6 milioni di euro (+8.4%).
Ottima performance della "Linea rossa" cresciuta dell'11.3%, grazie alla forte spinta dei volumi di vendita all'estero. In buon progresso anche la "Linea sughi" (+5.7%) e la "Linea Legumi e vegetali" (+3.6%). In significativo aumento anche le vendite delle "Altre Linee" (trading) con +15.2%.

Nel complesso, il fatturato del Gruppo è stato generato dai "Legumi e vegetali" per il 27%, dai "Derivati del pomodoro" per il 23%, dai "Sughi" per il 13%, dalla "Frutta" per il 9% e dalle "Altre Linee" (trading) per il 28%.
All'estero è stato destinato l'81% delle vendite, aumentate del 10.8%, mentre il peso del mercato domestico si è attestato al 19% con ricavi in flessione del 7.4% in parte a seguito della rinuncia ad alcune commesse nel canale discount caratterizzato da un'aspra competizione nei prezzi, ritenuti non remunerativi dalla Società.

La Doria, società quotata all'MTA, segmento Star, di Borsa Italiana, è il primo produttore italiano di legumi conservati e di derivati del pomodoro (polpa e pelati) e secondo di succhi e bevande di frutta. Con l'acquisizione del Gruppo Pa.fi.al La Doria è diventato il primo produttore italiano di sughi pronti a marchio private labels e tra i primi produttori Europei.

Il fatturato 2017 è stato pari a 669.1 milioni di euro di cui oltre il 90% generato attraverso il segmento delle private labels (marchi delle catene distributive), con clienti quali Carrefour, Auchan, Selex e Conad in Italia e Tesco, Sainsbury, Morrisons e Waitrose all'estero, che rappresenta il principale sbocco commerciale per il Gruppo.

Data di pubblicazione: 16/05/2018



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2018 Pomodoro da industria: come ridurre lo scarto e aumentare il grado Brix
31/07/2018 Il settore ortofrutticolo potrebbe essere un po' piu' orgoglioso
31/07/2018 Unione europea: eccedenza commerciale nel settore agroalimentare a livelli record
31/07/2018 Buone vacanze a tutti! L'edizione italiana di FreshPlaza torna a fine mese!
31/07/2018 Focus IV gamma: i vantaggi dello schermo riflettente Lumigrey®
31/07/2018 Cimice asiatica, un problema che sta esplodendo
31/07/2018 Aeroclean della Isolcell: la conservabilita' dell'ortofrutta risulta maggiore
30/07/2018 Morto l'ex amministratore delegato Marius de Groot di De Groot Fresh Group
30/07/2018 Nuova Zelanda: al settore kiwi manca l'accuratezza dei dati
27/07/2018 Dubai: tre tonnellate di verdura al giorno nel piu' grande orto verticale del mondo
27/07/2018 I cluster di alimentazione e salute uniscono le forze
27/07/2018 Caporalato, in Emilia-Romagna 20 per cento dei lavoratori stagionali sottopagato
26/07/2018 Editing genetico, sentenza Ue: cosi' si abbatte la competitivita' dell'agricoltura italiana ed europea
26/07/2018 Germania: cresce ancora la fiducia dei consumatori
26/07/2018 Imballaggio top-seal piu' sostenibile
26/07/2018 Mutagenesi e Ogm: la Corte di Giustizia UE delude le aspettative
26/07/2018 Bandiere del gusto: la Calabria e i suoi frutti
26/07/2018 La riforma del diritto dei marchi dell'Unione Europea: brand e rappresentazione
26/07/2018 Salvo Laudani lascia la presidenza di Fruitimprese Sicilia
25/07/2018 Frutta estiva: pratiche commerciali sleali lungo la filiera provocano situazioni di crisi diffuse

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*