Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Commenti recenti continua

Claudio Mazzini (Coop Italia): non basta mettere un bollino su un prodotto per creare una marca

"Non è possibile una politica di marca senza un valore realmente percepito dal consumatore. Un valore che si ritrova costantemente, senza mai deludere, per tutti i giorni, tutti gli anni, per decenni. In ortofrutta, non basta mettere un bollino su un prodotto per creare una marca. Bisogna entrare nell'ottica di comportarsi come tale, prendendo esempio da altri settori del food". Ne è convinto Claudio Mazzini, responsabile commerciale Freschissimi di Coop Italia, nel ribadire come la politica di marca inizi da un patto di fiducia con il consumatore.

Una fiducia che è stata troppo spesso tradita, secondo Mazzini: "C'è un effettivo problema di qualità percepita. Il consumatore non si fida in generale e non si fida neppure di noi, in quanto percepisce nette oscillazioni in termini di gusto nei prodotti ortofrutticoli. Se continueremo a selezionare i prodotti solo in termini di forma, consistenza e shelf-life, continueremo a sbagliare. Dobbiamo (ri)metterci nell'ottica del gradimento del consumatore finale".



In questa strategia, appare vincente non soltanto la scelta di nuovi parametri qualitativi nella selezione dei prodotti, ma anche una corretta scelta varietale. Un caso positivo è quello degli agrumi, segmento dove le nuove varietà di Tarocco recentemente inserite in produzione stanno confermando il proprio valore. Mazzini riferisce: "Sugli agrumi, cresciamo a valore anche quest'anno e stiamo vendendo arance Tarocco perfino a maggio!". Diverso il caso di altre referenze. Il responsabile commerciale Freschissimi di Coop Italia segnala la delusione dei consumatori su tutta la frutta estiva (tranne alcune eccezioni, come le albicocche), su tutti i pomodori (tranne casi a parte), e addirittura sulle mele!

"Il valore dei prodotti va creato non alzando i listini, bensì alzando la qualità!", sottolinea Claudio Mazzini.

In merito alla fiera Macfrut, Mazzini commenta: "Va riconosciuto alla Presidenza di Cesena Fiera lo straordinario risultato raggiunto nell'opera di rilancio della manifestazione. Ritengo però che il modello vada ripensato, se vogliamo fare un salto di livello. Un conto organizzare una fiera di rilevanza nazionale, che sia di riferimento in Italia, altro conto se vogliamo giocare una partita alla pari con Berlino o Madrid".

Data di pubblicazione :
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018