Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Antartide: raccolta le prime verdure nell'orto sperimentale 'marziano'

In Antartide sono iniziati i raccolti delle prime verdure coltivate: insalata, rucola, cetrioli e ravanelli cresciute protette dai ghiacci e dalle temperature estreme all'interno dell'orto "marziano" costruito nella base di ricerca tedesca Neumayer Station III. E' un orto pensato per i futuri viaggi verso il pianeta rosso e parla italiano.

Al progetto, finanziato dall'Unione Europea e gestito dall'Agenzia spaziale tedesca (Dlr), l'Italia partecipa infatti con il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e le aziende Thales Alenia Space (Thales-Leonardo) e Telespazio (Leonardo-Thales). In un ambiente estremo come quello del continente bianco, l'orto, chiamato Mobile Test Facility (Mtf), permette di sperimentare la possibilità di coltivare ortaggi per gli astronauti del futuro.

"L'Antartide è stata scelta perché simula le condizioni di una base lunare o marziana, soprattutto per l'isolamento e le temperature rigide", ha detto all'ANSA Alberto Battistelli, dell'Istituto di Biologia Agroambientale e Forestale (Ibaf) del CNR. Per tutto il 2018 si sperimenteranno due orti costruiti nello stesso modulo: "uno più piccolo pensato per la Stazione Spaziale e per i veicoli che porteranno gli astronauti su Marte, e uno più grande, per le basi".



Le verdure raccolte sono state coltivate nell'orto più grande, che ha prodotto 3,6 chilogrammi tra insalata e rucola, 18 cetrioli e 70 ravanelli. Le piante crescono senza terra, con luce artificiale e senza pesticidi, ma con "acqua arricchita di sali minerali, illuminazione a Led e monitorando l'anidride carbonica nella stanza", ha detto ancora Battistelli. Queste condizioni controllate "ci permettono di spingere le piante a massimizzare quantità e qualità nutrizionale".

Coltivare verdure nello spazio è cruciale per le missioni di lunga durata perché non si potrà portare tutto il cibo da Terra e perché le verdure fresche sono ricche di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Soprattutto gli ultimi "aiutano a neutralizzare i danni provocati dai radicali liberi, prodotti dall'organismo in condizioni di stress, di microgravità e per l'esposizione alle radiazioni", ha detto Luca Nardi dell'Enea. Quest'ultima con Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e Università di Milano ha realizzato un orto spaziale testato, in febbraio nella missione Amadee-18, nel deserto dell'Oman.

Fonte: www.ansa.it

Data di pubblicazione: 10/04/2018



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

16/07/2018 Sviluppato protocollo per stampare tessuto vegetale in 3D
13/07/2018 Estratti vegetali e ipoclorito di sodio fungicidi promettenti per l'orticoltura biologica
13/07/2018 Una penna per testare la maturazione del durian
12/07/2018 La stampa 3D degli alimenti porra' fine allo spreco di cibo?
12/07/2018 Bag Fresco Senso, la novita' 2018 per anguria e melone ready to eat
12/07/2018 Raccoglitore robotizzato per angurie
11/07/2018 Linee complete di confezionamento per il segmento degli ortaggi snack
10/07/2018 Il robot Sweeper raccoglie i primi peperoni in tempo reale. Guarda il video!
09/07/2018 Pulite, belle e sostenibili: ciotole in foglie di palma per piccoli frutti
05/07/2018 La ricerca turca investe sulle varieta' tardive di albicocco
04/07/2018 La scienza aiuta i coltivatori di ciliegie a stabilire le tempistiche in maniera ottimale
04/07/2018 Innovare per elevarsi
03/07/2018 Prima i geni: liberiamo il futuro dell'agricoltura italiana
03/07/2018 La rivoluzione per irrigare il frutteto che stupisce i coltivatori di tutto il mondo
02/07/2018 Sicilia: 25 milioni di euro previsti nel bando sulle misure a sostegno dell'innovazione
02/07/2018 Il Distretto Agrumi di Sicilia conclude il progetto Agrora' Innovation con la premiazione di quattro idee imprenditoriali
29/06/2018 Inaugurato Acqua Campus Med: attrezzature e tecnologie innovative per l'irrigazione
29/06/2018 Con Retarder arriva anche in Italia Fysium per il controllo della maturazione delle mele
28/06/2018 Binari in una serra cinese dedita alla coltivazione di uva da tavola
27/06/2018 L'agrofotovoltaivo diventa globale

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*