Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



L'aumento dei prezzi si verifica ogni primavera

I limoni vanno a sostituire i lime a causa dei prezzi alle stelle

Negli USA sempre più ristoranti e punti di ristorazione servono ai clienti limoni al posto dei lime. "Al momento hanno un prezzo troppo elevato. Solitamente un cartone lo pago dai 10 ai 15 dollari, ma al momento si vendono per 60-80 dollari". A sostenerlo è Albert Hernandez, proprietario di un chiosco che vende taco.

Hernandez non è l'unico a sostenerlo. Negli ultimi quattro anni, ogni estate i chioschi itineranti di taco in tutta la California meridionale hanno optato per la stessa soluzione a causa dell'aumento dei prezzi dei lime. Durante la Quaresima, gli agrumi subiscono un duro colpo negli Stati Uniti.

Storicamente, però, il loro prezzo è rimasto relativamente basso. Non ha mai superato i 20 dollari all'ingrosso per un cartone da 20 kg.

Tuttavia, a marzo 2014, i prezzi hanno raggiunto i 90 dollari al cartone, la quotazione di gran lunga più elevata mai registrata negli Stati Uniti. Il prezzo record ha fatto notizia quando i giornalisti hanno scoperto un fatto inquietante, cioè che il 93% della fornitura di lime degli USA proviene dal Messico.

Aree del Messico sembrano essere afflitte da infinite guerre di droga, soprattutto nella regione di Tierra Caliente, a Michoacán, il fulcro del settore dei lime messicano. I prezzi elevati ora fanno regolarmente parte del gioco.

Nel 2016, il prezzo mensile all'ingrosso più elevato è stato di 48 dollari a cartone ad aprile. A marzo del 2015 era di 40 dollari. A febbraio dell'anno scorso ha raggiunto un prezzo di 26 dollari, ma i proprietari dei chioschi di taco hanno comunque deciso di passare ai limoni.

Secondo il sito web lataco.com, quest'anno è stato il peggiore dal 2014. Le forti piogge e il clima freddo a Veracruz hanno devastato il raccolto di lime, facendo diminuire la produzione del 50% almeno e incrementando i prezzi a 50 dollari a cartone.

Data di pubblicazione: 09/04/2018



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

19/07/2018 Mandarini senza semi prodotti in modo sostenibile ed ecologico
19/07/2018 Arancia Lido: una stella nascente tra le varieta' rosse
19/07/2018 Andamento delle vendite agevole per il limone Verdello
18/07/2018 I lime sudafricani attraversano un periodo di scarsita' rispetto agli altri agrumi
17/07/2018 Investimenti per la Tristeza: al via il bando in Sicilia
17/07/2018 Sempre maggiore sostenibilita' per le produzioni agrumicole in Nord Africa
16/07/2018 Agrumicoltura: primato siciliano insidiato dalla Spagna
13/07/2018 Una guida alle buone pratiche igieniche negli stabilimenti per agrumi
13/07/2018 Muclem: inaugurato in Calabria il primo museo mai dedicato al Clementine
13/07/2018 Uno sguardo sulla campagna agrumicola d'oltremare
12/07/2018 Il costoso finger lime australiano attrae i consumatori cinesi
11/07/2018 Prime arance sudafricane attese in Cina tra un paio di settimane
10/07/2018 Turchia: previsti maggiori volumi di agrumi
09/07/2018 Egitto: competitor agguerrito per le arance sudafricane in UE e Russia
06/07/2018 Surplus di offerta di arance egiziane
05/07/2018 La Spagna incrementa le esportazioni di arance oltre l'Europa
05/07/2018 La stagione estiva dei limoni siciliani, analisi di mercato e previsioni
04/07/2018 Arance di Sicilia nel mondo: un bilancio di fine stagione tra alti e bassi
04/07/2018 Incertezza per l'avvio della campagna agrumi dell'emisfero australe
03/07/2018 Pompelmo sudafricano: se e' di piccolo calibro, crea problemi commerciali

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*