Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Commenti recenti continua

Ecco quali varieta' di asparago scegliere per i nuovi impianti

E' giunto il periodo di messa a dimora dei nuovi impianti di asparago, e Coviro – Consorzio Vivaistico Romagnolo – azienda vivaistica con sede e produzione a Cervia (Ravenna), è in piena attività per la cavatura, selezione e consegna delle zampe di asparago.



Nicola Bernabini, tecnico commerciale, spiega come avviene la produzione delle zampe in vivaio e come trapiantarle nel modo migliore: "Seminiamo il vivaio nel mese di aprile su terreni sterilizzati e perfettamente livellati. Alla semina localizziamo, oltre al geodisinfestante, un prodotto a base di Trichoderma e Micorizze del genere Glomus: il Trichoderma aumenta la resistenza della pianta alle fitopatologie, mentre l'uso delle Micorizze ci permette di ottenere zampe di ottime dimensioni e garantire un facile e pronto sviluppo della coltura da parte dei produttori."

"Seguiamo attentamente la gestione del vivaio nei mesi estivi dal punto di vista nutrizionale e irriguo; solo ad inverno inoltrato, quando la cultura è in completo riposo vegetativo, effettuiamo la trinciatura della parte aerea e nei mesi di febbraio e marzo concentriamo l'estirpazione dei vivai".

Per il trapianto si consiglia una buona preparazione del terreno, vista la natura poliennale della coltura - oltre che per evitare ristagni idrici - una adeguata concimazione organica e il diserbo pre-emergenza a pochi giorni dalla messa in posa della zampa. Risulta importante, fin dal primo anno d'impianto, non fare mancare l'apporto irriguo necessario all'asparagiaia per un veloce e pronto affrancamento.

Marcello Sbrighi, direttore commerciale, afferma che la stagione, partita già verso metà febbraio, ha subito un forte rallentamento a causa delle avverse condizioni climatiche di fine mese. "Gli agricoltori avevano già i terreni pronti. Poi la neve, il freddo e le abbondanti piogge hanno inciso sulla messa a dimora. A questo punto, le operazioni si prolungheranno anche nei mesi di maggio e giugno. Molti aspargicoltori hanno iniziato la raccolta dei turioni e questo comporta una sovrapposizione con i trapianti".

"Fortunatamente riusciamo a conservarli, con opportune tecniche, in cella frigorifera anche per più mesi e le esperienze fatte negli anni precedenti ci insegnano che, anche con trapianti tardivi nel mese di giugno o addirittura luglio, la buona riuscita dell'impianto è ottima".

Attualmente le varietà più richieste al Centro Sud-Italia sono Grande e Vegalim. Il primo, dell'Università della California, già da molti anni in commercio, rappresenta la prima varietà coltivata a livello mondiale e si distingue per la grossa pezzatura dei turioni. Vegalim, di origine olandese e di più recente costituzione, è un ibrido maschile al 100% e si caratterizza per la produttività e l'elevata uniformità dei turioni.



"Al Nord Italia il panorama varietale è più diversificato, sia per la produzione di asparagi verdi che bianchi. Oltre alle varietà di origine italiana, che trovano ampio adattamento (Eros, Giove, Franco) ci sono ibridi tra i quali cito Cumulus e Vittorio, entrambi di buona precocità che possiamo definire a duplice attitudine (sia per la produzione di asparago bianco che verde) e connotati dall'essere poco fibrosi e di ottimo sapore".

Contatti
Coviro

Via Romea Nord, 180
48015 Cervia (RA)
Tel.: (+39) 0544 994501
Fax: (+39) 0544 994712
Email: coviro@coviro.it
Web: www.coviro.it

Data di pubblicazione :
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018