Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Commenti recenti continua

Porto di Salerno: nel 2018 potrebbe superare per la prima volta la soglia di 500mila container movimentati

Nel 2018 il porto di Salerno potrebbe superare per la prima volta la soglia di 500mila container movimentati in un anno. Lo ha evidenziato Salerno Container Terminal (SCT), la società del gruppo Gallozzi che gestisce il terminal per contenitori al Molo Trapezio del porto salernitano, rendendo noto che nel primo bimestre di quest'anno ha registrato una crescita del +10% del traffico containerizzato rispetto allo stesso periodo del 2017, anno che si è concluso per Salerno con un totale di 455mila teu ed una crescita del +17,0% sull'anno precedente frutto di una brusca accelerazione nel secondo semestre superiore al +23% ( del 19 febbraio 2018).

Il terminal di SCT registra una media di 25 toccate nave alla settimana e nei primi giorni di quest'anno ha aggiunto gli scali di un nuovo servizio diretto con cadenza settimanale di Hamburg Süd-Maersk tra il porto campano e gli scali marittimi caraibici dell'America Centrale, che consentirà in 17 giorni di collegare i porti di Cartagena (Colombia), Puerto Moin (Costa Rica) e Manzanillo (Panama) attraverso l'hub di Algeciras che connette l'export di Salerno con il network globale della linea.

La società terminalista ha specificato che l'attesa prosecuzione del trend di crescita sarà resa possibile anche dai lavori infrastrutturali in atto: conclusa la prima fase di intervento ai fondali, con una profondità di circa -13 metri per una lunghezza di 320 metri all'ormeggio, cui seguirà una seconda fase in dirittura di arrivo con ulteriori approfondimenti. Inoltre - ha precisato SCT - entro l'anno saranno completati i lavori di allargamento della imboccatura del porto, così da poter sfruttare appieno la possibilità di ormeggiare navi di ben maggiori dimensioni alle banchine del terminal, lunghe ciascuna 380 metri.

A ciò si aggiungerà il potenziamento dei mezzi a disposizione di SCT che nei prossimi mesi metterà in servizio una seconda gru di banchina Liebherr alta circa 51 metri con uno sbraccio di 60 metri, mentre una terza gru, molto probabilmente di maggiori dimensioni, è prevista entrare in esercizio intorno alla fine del 2018. Inoltre entro quest'anno è previsto il raddoppio delle aree dell'inland terminal SCT2, che è posizionato all'uscita di Castel San Giorgio sull'autostrada Salerno-Caserta-Roma e che è in grado di assicurare ulteriori margini di crescita alle aree del porto.

Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018