Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Arance Moro, una contraddizione tutta siciliana

Che l'agrumicoltura siciliana non stia attraversando un periodo felice è sotto gli occhi di tutti, ma sorprende notare l'esistenza di alcune contraddizioni che stridono con l'economia del comparto.

Partiamo da una constatazione: il virus della tristezza degli agrumi (CTV) può senz'altro definirsi un dei peggiori nemici del comparto di questi ultimi anni, e ha comportato l'estirpazione di moltissimi ettari di arance.


Sopra: varietà Moro

Una tra le diverse varietà colpite è l'arancia Moro che, nel corso degli anni, ha visto una drastica riduzione, al punto che le industrie di trasformazione sono costrette a importarne il succo concentrato dall'Australia (vedi Freshplaza del 30/01/2018). Un paradosso che dovrebbe far riflettere i produttori siciliani i quali, tra mille difficoltà, stentano ad andare avanti.

Ma come si presenta questa particolare referenza, sul mercato attuale? Lo abbiamo chiesto a uno dei maggiori conoscitori del settore agrumicolo siciliano.

"Ormai la commercializzazione del Moro è alla fine - risponde Pietro Russo, esperto dell'agrobusiness agrumicolo - e rimane solamente il Tarocco da poter esportare, visto che il Sanguinello è una varietà che può dirsi scomparsa a causa delle malattie. La zona di produzione interessate dal Sanguinello si concentra o forse sarebbe meglio dire si concentrava principalmente tra Palagonia (CT) e Grammichele (CT), una vastissima zona totalmente da estirpare e reimpiantare".

"Si calcola che almeno il 50% degli agrumeti sono ormai da estirpare - continua Russo - cionondimeno riusciamo ancora a soddisfare le richieste dei mercati, ma si tratta di una sofferenza per via dei prezzi al di sotto delle aspettative. Purtroppo subiamo un rilevante ingresso di agrumi provenienti principalmente dalla Spagna che, almeno per le varietà bionde, copre una grossa fetta di mercato, a scapito del prodotto italiano".

"Il settore della trasformazione industriale, fino a questo momento, continua ad assorbire con regolarità la merce ritenuta non conforme alla vendita come prodotto fresco - conclude l'esportatore - con preferenza sulla varietà Moro, poiché più ricca di antociani che quantificano il pigmento rosso, impiegato anche come colorante per succhi e quant'altro. Ma anche qui il prezzo non copre i costi. In considerazione di ciò, lo sconforto del settore è reale e il futuro molto incerto".

Data di pubblicazione: 01/03/2018
Autore: Gaetano Piccione
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

21/06/2018 Cile: prevista una crescita per le esportazioni di agrumi
21/06/2018 Australia: i raccoglitori di finger lime devono imparare a destreggiarsi tra le spine
20/06/2018 Reemoon arriva a Capo Orientale con una calibratrice per agrumi
20/06/2018 Arancia Rossa di Sicilia IGP: apertura della campagna di adesione per la stagione agrumicola 2018/19
19/06/2018 Arancia Rossa IGP 2018: campagna lunga e di successo
19/06/2018 Momento di svolta per gli agrumi sudafricani: accesso completo al mercato Usa
18/06/2018 CREA di Acireale (CT): convegno sulla tracciabilita' delle produzioni agrumicole siciliane
18/06/2018 Colombia: soluzione per prevenire danneggiamenti durante la raccolta del lime
15/06/2018 Germania: limoni di Amalfi in vendita quasi ogni anno
14/06/2018 I limoni performano bene sul mercato agrumicolo d'oltremare. Alti e bassi per i mandarini
13/06/2018 Spagna: prima condanna per sfruttamento illegale del mandarino Orri
13/06/2018 Cina: l'import di arance australiane sta per cominciare
12/06/2018 Marigliano (NA): agrumi attaccati dal virus della Tristeza, avviati gli abbattimenti
12/06/2018 Spagna: in fase di raccolta l'arancia pigmentata Ruby Valencia
11/06/2018 Oltre 150mila ton di agrumi esportate dal Sudafrica
11/06/2018 Le vendite di lime biologici sono in aumento
08/06/2018 L'export di mandarini Kinnow dal Pakistan tocca livelli record con 370mila ton
08/06/2018 Spagna: il primo contratto tipo che regola il commercio di limoni bio
08/06/2018 Piana di Catania: in forte aumento la quantita' di agrumeti in stato di abbandono
07/06/2018 Quasi 70 anni e non sentirli: ecco l'antico Tarocco siciliano

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*