Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Le mele ci sono: parola di VI.P Val Venosta

"La campagna è particolare, il mercato sembra troppo agitato ma partiamo da un presupposto: le mele ci sono. Entriamo ora nella parte centrale di una stagione commerciale di cui non si ha memoria simile negli ultimi dieci anni; stiamo perciò lavorando con la massima attenzione e affinando quotidianamente la nostra pianificazione per rispondere alle richieste dei clienti, garantendo le forniture del prodotto". Così Fabio Zanesco (foto a lato), direttore commerciale di VI.P, l'Associazione delle Cooperative Ortofrutticole della Val Venosta.

Il freddo e la grandine nella primavera-estate 2017 hanno fatto segnare un 35% in meno in volume rispetto alla media e un 20% in meno rispetto alla già ridotta raccolta 2016.

"Siamo stati obbligati, per forza di cose, a iniziare lentamente la lavorazione della merce nei primi mesi della campagna, nonostante il mercato fosse in tutta Europa molto dinamico - continua Zanesco - Novembre e dicembre 2017 sono stati mesi ottimi per tutte le varietà, con richiesta continua e prezzi più che soddisfacenti. A causa dei quantitativi inferiori, ci siamo concentrati maggiormente sul mercato italiano verso quei partner cui garantire volumi era un must. Se, normalmente, la quota tra Italia ed estero è del 50-50, quest'anno il mercato italiano ha contato per un 70%. Il restante 30% della produzione è stata destinata a Spagna e Germania". Poche le destinazioni d'oltremare.



A detta del direttore commerciale, dopo Capodanno il mercato è ripartito con molta dinamicità, tanto che si è dovuto provvedere a ulteriori aumenti di prezzo per rispettare il piano di decumulo, dato che ci sono programmi garantiti con la Golden fino a inizio estate con i principali clienti nazionali. Per quanto riguarda le altre varietà tradizionali, VI.P è perfettamente in linea con la pianificazione: "Stiamo organizzando il finale di stagione della Gala tra circa un mese - continua Zanesco - andremo fino a maggio con la Red Delicious e abbiamo appena iniziato la stagione della Pinova, con cui andremo a coprire il periodo primaverile".



Anche le varietà club hanno avuto da subito un ottimo sviluppo e, dati i volumi ridotti, abbiamo già programmato la parte finale della campagna: si prevede quindi di terminare le vendite a fine mese con envy™, entro le prossime 2 settimane con Ambrosia e ad aprile con Kanzi®. Per quanto riguarda yello™ sono stati effettuati alcuni test commerciali con volumi ridotti a dicembre/gennaio, ottenendo un ottimo feedback.



"Nella seconda parte della stagione prevediamo quindi di proseguire con il lavoro svolto finora, sapendo che il mercato europeo concederà naturalmente spazio anche alle importazioni dall'Emisfero Sud, che negli ultimi anni si erano invece progressivamente ridotte - conclude Zanesco - Vedremo quindi quali saranno gli equilibri nei diversi mercati in Europa, si intravedono spazi per ulteriori aumenti delle quotazioni, ma restiamo concentrati sulla gestione dei nostri stock e sul garantire i programmi concordati con i nostri clienti nei prossimi mesi".

E per quanto riguarda il prodotto bio, si conta il 35% in meno rispetto a un'annata normale. Nello specifico di VI.P, questo si tradurrà in un finale di campagna anticipato (cfr. FreshPlaza del 10/01/2018): la campagna commerciale 2017/18 si concluderà tra fine marzo e fine aprile. Nei prossimi anni, in Val Venosta le aziende biologiche e le nuove aree produttive aumenteranno del 20% essendo così in grado di rifornire il mercato europeo con prodotto biologico di qualità eccellente per 12 mesi all'anno. E se la percentuale di prodotto di seconda categoria è più elevata della media, la raccolta 2017 convince in termini di gusto e peculiarità intrinseche.

Il futuro è nell'innovazione varietale e nella costante ricerca della qualità

In questi ultimi anni, Mela Val Venosta sta investendo molto sul lato della sperimentazione e dell'introduzione di nuove varietà. In una parola, si sta modernizzando o meglio evolvendo nell'assortimento varietale. "Grazie ai costanti e continui contatti con centri sperimentali di tutto il mondo, insieme al nostro consorzio varietale SK Südtirol - spiega Josef Wielander, direttore generale di VI.P - lavoriamo per individuare quali varietà andranno incontro alle esigenze gustative dei nuovi consumatori. Ma non solo: la sfida si gioca anche a livello climatico e di territorio".



"Ricerchiamo varietà nuove che possano essere coltivate nella nostra valle, tra i 500 e i 1000 metri di altitudine e che siano resistenti alla maggior parte delle più comuni malattie della pianta - precisa Wielander - Gusto, estetica, sostenibilità produttiva sono elementi determinanti per il rinnovamento varietale, ma senza prescindere dalla qualità che per Mela Val Venosta è parte distintiva di tutta la filiera". Entro il 2019, infatti, cinque delle sei cooperative VI.P saranno dotate di magazzini automatici con un alto livello di tecnologico di automazione dei processi.



La qualità superiore di una mela si traduce nel rispetto per l'ambiente di produzione; per Mela Val Venosta ciò significa portare avanti la propria vocazione di naturalità, rappresentata nel logo dalla coccinella rossa.

Per il 2017 e 2018 hanno preso il via due Progetti pluriennali di salvaguardia della biodiversità agraria e di sostenibilità ambientale. Precisamente:
1. progetto di rinuncia volontaria agli erbicidi - ogni contadino che rinuncia all'utilizzo di erbicidi nel proprio meleto riceverà un contributo aggiuntivo;
2. rapporto di sostenibilità per la frutticoltura in Alto Adige: Mela Val Venosta partecipa al Rapporto sostenibilità per la Mela dell'Alto Adige che, in collaborazione con l'istituto di ricerche per l'agricoltura biologica FIBL e con l'istituto Terra di Bressanone, si prefigge di dare risposte concrete e di elaborare in modo costruttivo strategie di lungo periodo sulla regionalità e rintracciabilità della produzione integrata e biologica. Solo attraverso lo studio e l'attuazione di necessari cambiamenti sarà possibile essere un esempio modello nella frutticoltura.

Marketing e Comunicazione
L'attuale campagna di comunicazione della Mela Val Venosta ha individuato nel concetto di Amicizia il suo valore strategico. "Per il 2018 - afferma Benjamin Laimer (foto a lato), referente marketing Mela Val Venosta - abbiamo cercato di trasmettere in maniera integrata a tutte le attività di marketing, di comunicazione e di promozione, il concetto di Amicizia, quella vera con la A maiuscola che si basa sui valori di sincerità, fiducia e passione. Che cosa hanno in comune una mela e l'amicizia? Vanno entrambe coltivate".

Dai primi di febbraio è online il nuovo spot "Amicizia" da 12 sec. sui principali network. Una creatività declinata in tre soggetti, visibile su www.vip.coop/amicizia, che gioca sul claim "Coltiviamo le nostre mele come si coltiva un'amicizia".

Sempre dai primi di febbraio è online il nuovo sito Mela Val Venosta, facile, essenziale, adatto a un consumatore che vuole lasciarsi coinvolgere dalle emozioni: le due coccinelle lo accompagnano alla scoperta di contenuti emozionali, fatti di immagini e di video che raccontano in modo informativo e frizzante la mela. La navigazione è dinamica e di facile scelta, grazie al menù semplice e intuitivo. "Il sito invoglia alla navigazione - spiega Laimer - vip.coop è il punto d'accesso ideale per scoprire tutta la bontà e la naturalità di Mela Val Venosta e si rivolge a un pubblico attento e sensibile anche alle tematiche della sostenibilità ambientale. A questo proposito, abbiamo una sezione Bio in cui è stato integrato BioGraphy, il progetto multimediale che racconta attraverso i suoi melicoltori, l'eccellenza produttiva biologica venostana".



Altra data da evidenziare è il primo marzo, quando partirà un concorso a premi valido fino al 30 aprile 2018: "L'amicizia premia sempre!". "Siamo riusciti ad unire consumatore e fruttivendolo come parte integrante di una strategia comunicativa Mela Val Venosta, rendendoli entrambi soggetti attivi del contest. Il consumatore vota il suo amico fruttivendolo di fiducia e può vincere tanti premi giornalieri immediati e partecipare all'estrazione del superpremio finale: una Smart electric drive. Allo stesso tempo anche il fruttivendolo più votato vincerà un mitico Fiat Doblò".



Infine, per i più piccoli le coccinelle di Mela Val Venosta hanno trovato nuovi amici tra i personaggi Disney di Cars3 e Frozen. Dal co-branding con Disney Italia nasce una novità disponibile sul punto vendita da metà febbraio in cui Mela Val Venosta ha unito il divertimento a due varietà, Pinova e Gala: all'interno dei flow pack Disney-Val Venosta 4 mele di calibro piccolo, si troveranno 2 stickers dei personaggi di Cars3 e Frozen tutti collezionabili sul poster scaricabile dal nuovo sito www.vip.coop/Disney.

Contatti:
VI.P soc. coop. agricola
Via Centrale 1/c, Laces (BZ)
Tel.: (+39) 0473 723 300
Fax: (+39) 0473 723 400
Email: info@vip.coop
Web: www.vip.coop

Data di pubblicazione: 13/02/2018
Autore: Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

25/05/2018 Al via la campagna estiva 'Amiamoci' di Zespri
25/05/2018 Imprenditore genovese ucciso in un agguato in Costa Rica
25/05/2018 Le ciliegie trentine salgono di quota e conquistano il mercato
25/05/2018 Ciliegie, a Vignola leggero calo produttivo e prezzi buoni
25/05/2018 Stati Uniti: consumo di mango quasi raddoppiato in 12 anni
24/05/2018 Cagliari: agrumi, melograni, meli cotogni e fichi nel frutteto condiviso
24/05/2018 Romania: ritardo nell'arrivo delle ciliegie locali
24/05/2018 Meloni: buona domanda, fornitura limitata e prezzi alle stelle
24/05/2018 Inutile avere una buona varieta' se il portinnesto non e' quello giusto
24/05/2018 La situazione del kiwi italiano a fine maggio
24/05/2018 Sudafrica: raccolto di cachi simile all'anno scorso
24/05/2018 Le uve Sunny Rose arrivano sul mercato
23/05/2018 Nuove forme di allevamento per il ciliegio. Ottimi risultati dal Bi-asse
23/05/2018 Francia: calibri piccoli, ma ciliegie di alta qualita'
23/05/2018 Spagna: quest'anno ci sara' una carenza di susine
23/05/2018 Esotici in Italia: il caso McGarlet
23/05/2018 Esotici in Italia: il caso Spreafico
23/05/2018 Drupacee spagnole sul mercato italiano: nessun pregiudizio se c'e' la qualita'
23/05/2018 Fragole biologiche: ancora 25 giorni di campagna per Red Season
23/05/2018 Domanda crescente per avocado e agrumi coltivati a Creta

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*