Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



La testimonianza di Harold Edwards (CEO Limoneira)

Una fornitura di limoni in tutto il mondo per 365 giorni l'anno

"La maggior parte ci conosce per i limoni, dal momento che gestiamo 4 milioni di cartoni di limoni freschi all'anno. La società, inoltre, produce e vende 1 milione di cartoni di altre varietà di agrumi, tra cui le arance Navel, Cara Cara, arance sanguigne, Satsuma e diversi altri tipi di mandarini, pomelo". Ad osservarlo è Harold Edwards, CEO della società Limoneira.




Cambiamento nel modello di attività
Negli ultimi 10 anni, l'attività di Limoneira è cambiata notevolmente, dato che ora l'azienda si occupa di fornire limoni in tutto il mondo per 365 giorni l'anno. "Le sfide come la logistica, la dipendenza da Madre Natura e la diversità delle stagioni, ci hanno obbligato a espandere la nostra produzione dagli Stati Uniti a diverse regioni di approvvigionamento nel mondo". 

Dei 4 milioni di cartoni di limoni freschi prodotti e venduti da Limoneira, il 75% viene coltivato domesticamente in California e Arizona. Il restante 25% viene prodotto in Messico, Cile e Argentina. In aggiunta, la società sta appena cominciando a prelevare limoni dal Sudafrica. Oggi negli USA si vende il 60% dei limoni che vengono prodotti o importati; il restante viene distribuito in tutto il mondo. Alla fine, Edwards si aspetta che si passerà al 40% del prodotto venduto negli USA, rispetto al 60% destinato invece ad altri Paesi del mondo.



Difficoltà a servire l'Europa occidentale
"C'è da fare una sola precisazione in relazione al nostro impegno - ha continuato Edwards - A livello interno impostiamo obiettivi di crescita molto elevati e la nostra attività sta crescendo rapidamente in Estremo Oriente, in paesi come Giappone, Corea del Sud, Hong Kong e Cina. Tuttavia, si sta rivelando difficile servire l'Europa occidentale. I paesi dell'Estremo Oriente hanno tassi di crescita nel consumo annuale dell'8-10%. In Europa occidentale, d'altra parte, è molto più difficile inserirsi. E' un mercato molto maturo e ben affermato".

Logistica, tassi di cambio esteri, come anche fonti di fornitura alternative per l'Europa rendono difficile a Limoneira l'introduzione del prodotto nel continente. "Da una prospettiva di produzione, competiamo con Italia, Spagna, Turchia, Sudafrica e Argentina - ha spiegato Edwards - Il rifornirsi dal Sudafrica e l'espandersi potenzialmente in Spagna ci renderebbe più competitivi in Europa occidentale".

La strategia della società di coltivare la sua presenza in Europa è simile a quella adottata in Stati Uniti, Canada ed Estremo Oriente. "Ci distinguiamo grazie a una catena di fornitura per tutto l'anno e per la nostra continua attenzione nell'essere un fornitore GlobalGAP che vende prontamente prodotti sicuri in termini alimentari. Inoltre, ci stiamo concentrando sulla costruzione di relazioni dirette con i rivenditori".

Il panorama della prosperità è in evoluzione
"Nella nostra attività assistiamo in tutto il mondo a un panorama di prosperità in evoluzione". I redditi disponibili continuano a crescere e le persone mangiano più spesso fuori casa. Come risultato, hotel, bar e ristoranti in tutto il mondo stanno assistendo a un aumento delle vendite. "Dal momento che il 70% del consumo di limoni è generato tramite il settore della ristorazione, abbiamo notato una notevole crescita nella domanda. Sebbene spesso si tratti di un semplice spicchio di limone utilizzato per guarnire un piatto o una bevanda, quello spicchio mette fuori dal commercio l'intero limone". 

Un altro motore dell'attività di Limoneira è rappresentato da un sostanziale eccesso di capacità nella spedizione in container. "Per noi è facile riempire un container da 45 piedi e inviarlo in Estremo Oriente. La combinazione di crescita del consumo globale, eccesso di capacità nella spedizione e consumatori che diventano più consapevoli dei benefici salutari dei limoni, hanno creato un equilibrio nettamente migliore tra fornitura e richiesta del prodotto".

Per maggiori informazioni:
Harold Edwards
Limoneira Company
Tel.: +1 805 525 5541
Web: www.limoneira.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 31/01/2018



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

25/05/2018 Gli agrumi marocchini si esportano bene in Cina
24/05/2018 Le prime spedizioni di limoni argentini superano la dogana USA
23/05/2018 Coldiretti: crollate del 33,4% in un anno le esportazioni di limoni in Gran Bretagna
22/05/2018 La campagna spagnola dei limoni Verna sara' piu' breve e si sviluppera' bene
22/05/2018 Arancia Rosaria: annata positiva nel segno della 'Baby'
21/05/2018 Focus sul mercato mondiale dei limoni
21/05/2018 Siracusa si conferma la capitale d'Italia del limone
18/05/2018 Messico: presto disponibile una maggiore fornitura di lime per il mercato europeo
17/05/2018 Limone Bianchetto: raccolta limitata al solo prodotto catanese e messinese
17/05/2018 OP Costieragrumi proseguira' con la campagna limoni fino a luglio
17/05/2018 Limone siciliano: qualita' e servizio creano nicchie sui mercati europei
16/05/2018 L'obiettivo del Marocco e' di esportare 1 milione di ton di agrumi entro il 2022
15/05/2018 Bergamotto: innumerevoli le proprieta' dell'agrume da promuovere a livello internazionale
15/05/2018 Il mercato delle arance e' pessimo, buone prospettive per le uve egiziane
14/05/2018 Sudafrica: buon inizio per gli agrumi dopo la stagione delle uve
11/05/2018 Sudafrica: Unifrutti rimane ottimista riguardo le possibilita' dei limoni
10/05/2018 Argentina: iniziata la stagione dei limoni 2018
09/05/2018 Egitto: in calo le quantita' di agrumi esportate in Cina
08/05/2018 L'Arancia di Ribera DOP Riberella al Giro d'Italia
08/05/2018 L'Egitto comincia ad avere un ruolo importante nel mercato degli agrumi

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*