Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Il confezionamento flow-pack vantaggioso anche per le mele

Le mele confezionate con il flow-pack sono in aumento in tutto il mondo, ma ancora agli albori nei Paesi Bassi. Qualche anno fa Burg Machinefabriek ha sviluppato una linea flow-pack per le pomacee, che è stata ulteriormente ottimizzata con la nuova generazione BFI 3.0. Secondo Arjan van Burg, "la sfida maggiore è l'avere un flusso continuo di prodotto".

Il costruttore di macchine ha fornito la linea di alimentazione per il macchinario flow-pack a vari confezionatori in Regno Unito e Germania. "Questa domanda è prevalentemente guidata dalla richiesta in arrivo dai supermercati. Una volta che i rivenditori sono pronti, tutto può procedere molto velocemente. Nei Paesi Bassi e in Belgio il processo di accettazione non va così rapidamente".





L'unicità del macchinario sta nel fatto che è adatto a riempire vassoi, ma può essere utilizzato anche senza. Il sistema di alimentazione flow-pack BFI 3.0 viene utilizzato prevalentemente in combinazione con sistemi a scatola vuota, in modo che possano essere riempite con prodotti pre-smistati umidi e secchi. "Rispetto ad altri macchinari sul mercato, il BFI ha un prezzo concorrenziale, la capacità di arrivare fino a 70 imballaggi al minuto può essere definita unica. Il sistema è capace di velocità molto elevate e il prodotto viene sempre manipolato in modo da evitarne il danneggiamento. A seconda dell'applicazione sono possibili varie opzioni per allinearsi alle esigenze del cliente, come un disimpilatore di cestini automatico".





"Riusciamo a distinguerci da altre soluzioni con la capacità del BFI di raggiungere fino a 420 frutti al minuto a seconda del tipo di prodotto e di imballaggio. Abbiamo automatizzato un grande numero di operazioni che altrimenti avrebbero dovuto essere effettuate manualmente. La sfida era di realizzare un flusso di fornitura continuo. Più la velocità è alta, più critico diventa il tutto. Grazie ai nastri trasportatori che possono operare indipendentemente a diverse velocità e hanno una funzione di pesatura, tra le altre cose, siamo riusciti ad avere una funzione di buffer incorporata; in questo modo abbiamo realizzato un riempimento completo rispetto alle bobine - ha continuato Michael Ots - Tutto è stato predisposto in coppia e deve esserlo perché se non ci si occupa della fornitura, il macchinario non funziona. Un vantaggio aggiunto è che in questa ultima versione i controlli sono molto facili da effettuare".



Le mele vengono confezionate prevalentemente in gruppi di 4 o 6 in file da due, ma un'altra opzione può essere anche una composizioni a due, otto o dieci pezzi o una fila singola. I vantaggi del flow-pack sono evidenti secondo Michael. "Una pellicola pre-stampata produce una presentazione molto più attraente. Inoltre, è interessante sotto il punto di vista della sostenibilità perché si usa molta meno plastica di quando ci si affida a un imballaggio standard. Le persone tendono a preoccuparsi dell'ammaccatura dei frutti, ma le macchine flow-pack possono confezionare la frutta in maniera così aderente da evitarne lo spostamento".



"La nostra forza è che facciamo la differenza con i progetti completi, fornendo tutta l'attrezzatura secondaria e le confezionatrici per la postazione di imballaggio. La smistatrice naturalmente resta il punto centrale della linea, ma per questo lavoriamo con tutti produttori di macchinari rinomati".

Quando è stato chiesto al costruttore se il macchinario flow-pack possa essere usato anche per altri frutti, ha risposto: "Stiamo ancora conducendo delle ricerche. Soprattutto per i frutti tondi, come i pomodori, sembrano esserci possibilità. In altri paesi ci aspettiamo che passeranno a imballaggi simili a breve termine perché un sistema di confezionamento flow-pack orizzontale risulta in perdite minori oltre a garantire velocità maggiori, finendo con l'essere quindi più delicato con il prodotto".

Per maggiori informazioni:
Arjan van Burg
Burg Machinefabriek
Email: mots@burg-machinefabriek.nl
Web: www.burg-machinefabriek.nl

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 14/11/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

21/11/2017 Marlene ® brilla sui social
21/11/2017 Cina: i prezzi bassi di fine 2016 hanno avuto ripercussioni sul raccolto di quest'anno
21/11/2017 I mirtilli del Portogallo sono ancora poco conosciuti in Europa
21/11/2017 Molti mercati preferiscono gli avocado spagnoli Fuerte agli Ettinger israeliani
21/11/2017 Coldiretti Piemonte: oltre il 50% della produzione di kiwi e mele della regione va nei Paesi Arabi
21/11/2017 L'epoca d'oro dei mirtilli e' gia' al tramonto? Attenti a piantare senza mercato
21/11/2017 Az. Agricola Patri': il segreto sta nell'adattarsi alle richieste del mercato
21/11/2017 Pere a buccia rossa in aumento
20/11/2017 Top Delicacy, i migliori kiwi cinesi a disposizione dei clienti
20/11/2017 La Germania esaurira' le scorte di mele locali a marzo
20/11/2017 Spagna: 15 nuove varieta' di mele presentate al Mollerussa Fruit Seminar
20/11/2017 Le uve peruviane alla sfida del cambiamento climatico e della nuova stagione
20/11/2017 L'export di ciliegie dal Cile potrebbe raddoppiare
20/11/2017 Si ridimensiona il ruolo europeo nel commercio globale delle mele, mentre cresce l'Italia
20/11/2017 L'Europa offre ancora molte opportunita' per le pomacee belghe
17/11/2017 Cina: aumentano del 15-20% i flussi di frutta in importazione
17/11/2017 Sudafrica: le stime per l'uva da tavola sono superiori alla media dei cinque anni
17/11/2017 Zespri sceglie EMS per il controllo dell'etilene nelle spedizioni di kiwi
17/11/2017 Mercato solido per i kiwi californiani
17/11/2017 I commercianti polacchi sperano che l'inverno porti prezzi migliori

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*