Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



di Alessandra Ravaioli in collaborazione con Talkwalker

La pera esce dall'anonimato e conquista il web

Questa settimana non si parla d'altro sul web: le pere conquistano posizioni nel cuore dei consumatori, sono raccontate, ricettate e comunicate sia come prodotto di stagione ma anche come specialità gourmet e come grande protagonista della frutticoltura italiana.



Tra pochi giorni a Ferrara c'è FuturPera, dal 16 al 18 novembre: un evento/fiera interamente dedicato a questo prodotto e alla sua filiera.

La portata potenziale negli ultimi 15 giorni, secondo le rilevazioni di Talkwalker è stata di 201,2 milioni di commenti/utenti, in crescita rispetto alla settimana precedente.



Il sentiment positivo è in crescita anche se prevale quello neutro.


Clicca qui per un ingrandimento.

Nel panorama dei media e social più influenti emerge l'importanza dei blog seguita da twitter e instagram con facebook e i quotidiani online a distanza. Emerge comunque un'ampia e capillare diffusione dell'informazione sul web e la presenza di ben 808 influencer rilevanti.



L'analisi dei temi caldi trattati nelle conversazioni della settimana dedicate alla pera e che sono necessariamente rilevati da Talkwalker sulla base della rilevanza sul web evidenziano alcuni aspetti interessanti sul vissuto del prodotto.

1) Emerge un vissuto di prodotto dietetico, consigliato dalle instagrammers nelle diverse proposte per dimagrire.

2) Emerge un utilizzo frequente come frutto da colazione. Il termine colazione si rileva diverse volte.

3) Si evidenzia, come accade quasi sempre, l'aspetto gastronomico con i soliti hastag foodporn, instagood e instafood. Talkwalker non rileva hastag su Futurpera né su marchi di prodotto ma questo accade quasi sempre perché normalmente il settore ortofrutta non usa molto twitter né utilizza frequentemente gli hastag nei diversi commenti e post.


Clicca qui per un ingrandimento.

Qualcosa comunque sta cambiando, tra i consumatori italiani, nei confronti della pera come si rileva anche dalla banca dati di CSO Italy sui consumi, dove si evidenzia una crescita costante degli acquisti di pere.

Spero di non sbagliarmi nel dire che la pera sta diventando un frutto con più appeal, meno anonimo, più fruibile e comunicabile, più simpatico e meno nascosto. Questo si deve moltissimo alla passione per le ricette sui social che ha colto milioni di italiani e non solo. Raccontare l'uso del prodotto in cucina e il suo appeal gastronomico è un veicolo di comunicazione straordinario.

Cito ad esempio questo link su Facebook di una ricetta con la pera che ha ottenuto migliaia di likes: è probabilmente sponsorizzato da Lindt, ma fa lo stesso perché e la pera la protagonista.

Anche gli aspetti salutistici legati al consumo di pera sono penetrati nel vissuto dei consumatori italiani più di quanto non fosse qualche anno fa. Cito questo link dal portale benessere360 nel quale si evidenziano tutte le virtù della pera e le sue proprietà curative che vanno dalla funzione energizzante alla regolarizzazione della flora intestinale, ad azioni positive anti colesterolo e diabete fino alla fissazione del calcio. Un insieme di benefici che senz'altro non passano inosservati e a cui vanno ad affiancarsi i decantati requisiti funzionali alle diete dimagranti.

Un cambiamento legato alle attività di comunicazione dei brand
I cambiamenti di appeal del frutto nei confronti dei consumatori sono sicuramente legati anche ai grandi sforzi di comunicazione fatti in questi anni e tutti incentrati proprio sui temi che catturano maggiormente l'attenzione.

A segnare una vera svolta, da questo punto di vista, è l'attività di comunicazione di Opera la Pera, il marchio che, in una sola campagna di comunicazione è riuscito a conquistare una notorietà impensabile per la pera in Italia.

A parte la campagna pubblicitaria televisiva e radiofonica molto efficace e penetrante, vorrei porre l'attenzione sulla comunicazione social, in particolare su Facebook.

Opera comunica la pera sui social con un linguaggio divertente, fresco e accattivante. Presenta tutte le novità, dando l'idea di un dinamismo ed una accelerazione importanti.

I commenti e le condivisioni sui social sono tantissimi e mai negativi. Cito alcuni piccoli capolavori di comunicazione sui social come il video sulle Minis, piccole pere dedicate ai bambini. Oppure la declinazione scherzosa del brand Opera nell'ambito teatrale per Halloween. Insomma, l'approccio social di Opera sta conquistando i consumatori e la pera sta uscendo dall'anonimato.

Per approfondire questi temi e sapere tutto sulla pera italiana non resta che partecipare a FuturPera da giovedì a sabato quando, come gran finale si realizzerà un talk show con i protagonisti della pera italiana produttori e istituzioni e saranno presentate diverse sfiziose ricette proposte dagli studenti dell'Istituto Alberghiero Orio Vergani.

Per informazioni e approfondimenti:
Alessandra Ravaioli
RP Circuiti Multimedia
Email: Alessandraravaioli@gmail.com

Data di pubblicazione: 13/11/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

21/11/2017 Fru-Italy diventa JoinFruit: un'OP che parte dal nome come simbolo di una svolta
20/11/2017 Mango, avocado & C.: i segreti di un successo sempre piu' globale
16/11/2017 Agrinsieme: bene la valorizzazione dell'imprenditoria femminile in agricoltura
14/11/2017 Donne in agricoltura: l'Austria al primo posto nella Ue
13/11/2017 SDA Bocconi apre le iscrizioni ai nuovi corsi in materia di Agribusiness
13/11/2017 Un operaio agricolo su cinque non e' in regola con la normativa
10/11/2017 Caporalato, Ministro Martina: con la legge contributi in agricoltura +7%
10/11/2017 C'e' bisogno di guardare i clienti negli occhi
08/11/2017 Storie sul cibo: come i produttori diventano strumenti del marketing
08/11/2017 AgriControl, il servizio che coniuga le esigenze della Gdo con la gestione dei processi produttivi
07/11/2017 Liti fra confinanti: come comportarsi per realizzare manufatti
07/11/2017 Serbia: proclamati i vincitori Intesa Farmer 2017 per i migliori imprenditori agricoli
06/11/2017 Diospiri, loti, kaki brillanti o lisci: comunque li si chiami e' il loro momento sul web
31/10/2017 Ortofrutta e industria alimentare: ingredienti tanti, co-marketing poco
30/10/2017 I funghi dominano il web e sono un prodotto globale
30/10/2017 Rete del lavoro agricolo di qualita': ancora nessun risultato di rilievo
27/10/2017 Agricoltura intensiva e tutela ambientale possono coesistere: il modello Interra Farm
24/10/2017 Zerbinati aderisce al progetto "Fabbriche Aperte" in Piemonte
24/10/2017 Maracchi (Accademia dei Georgofili): valorizzare il locale per rispondere alla globalizzazione
23/10/2017 Made in Italy e web: c'e' tutto tranne l'ortofrutta

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*