Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



La pera Sweet Sensation e' ancora in pieno sviluppo

La pera Sweet Sensation, con il suo colore rosso, è facile da individuare tra gli scaffali. Negli ultimi anni, questa varietà ha registrato una crescita significativa. Per soddisfare la crescente domanda, si cercano ancora zone adatte alla coltivazione di questa pera, sia a livello nazionale che internazionale.

La Sweet Sensation è una mutazione della Doyenné du Comice ed è disponibile dal 2010. Le licenze di coltivazione della pera rossa sono di proprietà della Licensed Varieties Editors BV (LVE). Come varietà club, la Sweet Sensation è commercializzata esclusivamente dall'olandese The Greenery.

"La Conference è ancora una pera molto popolare, ma c'è sicuramente spazio per una varietà nuova, possibilmente colorata. In Europa meridionale, per esempio, la pera Abate Fetel è molto amata, ma ci vorrebbe anche una varietà diversa. La Sweet Sensation soddisferebbe la necessità globale di una pera colorata e di qualità.

"La varietà club si distingue per il bel colore rosso e il sapore dolce - ha dichiarato Gerard van Loon, responsabile pomacee per The Greenery - Un'altra caratteristica della pera è che non sgocciola, e quindi è adatta per insalate o torte. La Sweet Sensation si è già affermata sul mercato, ma la varietà club è ancora in pieno sviluppo".



Negli ultimi anni, questa varietà di pera ha registrato un notevole incremento nella domanda, sia a livello nazionale che internazionale. LVE ha pertanto stipulato accordi di licenze territoriali con i venditori. Nei Paesi Bassi spetta alla The Greenery, in Belgio le vendite sono nelle mani della BFV (Belgische Fruit Veiling). L'area olandese attualmente comprende 210 ettari. Il Belgio ha 100 ettari di Sweet Sensation.

Questa pera è coltivata anche in Francia, Germania, Regno Unito e Italia. Inoltre, sono in corso dei test in Spagna, Slovenia e Turchia. Nell'emisfero sud, la Sweet Sensation è coltivata in Cile, Argentina, Sudafrica, Corea del Sud e Australia. I test dovrebbero verificare la possibilità futura di coltivare questa varietà anche in Nuova Zelanda.

"Continuiamo a cercare nuovi Paesi produttori. Ad esempio, l'Ucraina potrebbe essere adatta. La coltivazione della Sweet Sensation ha successo nei Paesi dove già si coltivano pere, in particolar modo la Doyenné du Comice". Gerard ammette che non è una pera facile da coltivare. "Ci concentriamo soprattutto sui coltivatori che prestano particolare attenzione ai loro prodotti. Quando la Sweet Sensation viene coltivata nel modo giusto, può far ottenere ai produttori ingenti profitti. Abbiamo un gruppo di coltivatori all'interno del nostro club, ma anche all'estero, che hanno occhio per questo".



Disponibile per nove mesi
E' sufficiente un periodo di nove mesi per soddisfare la domanda della Sweet Sensation. "La pera rossa non ha una lunga durata di conservazione come la Conference - ha spiegato Gerard - Per allungarne la stagionalità, è necessario produrla nell'emisfero meridionale. Per avere la disponibilità di pere fino a metà giugno, sarebbe necessario coltivare nell'emisfero meridionale un terzo della quantità coltivata in Europa. Nei mesi successivi arrivano sul mercato i tanti frutti estivi, con i quali non vogliamo competere".

Ci sono sicuramente le possibilità per una crescita continua, secondo lui. Nei Paesi Bassi la coltivazione crescerà fino ad un massimo di 300 ettari. "La produzione sta crescendo gradualmente anche in Belgio e in Francia. Le maggiori possibilità di espansione sono in Italia, in termini di produzione e potenziale di vendita".

Le pere vengono vendute soprattutto attraverso le catene di distribuzione europee. L'anno scorso, per prova, le pere sono state spedite in Cina, ma i volumi di Sweet Sensation attualmente sono ancora completamente assorbiti dal mercato europeo, secondo Gerard. Le pere Sweet Sensation devono soddisfare requisiti estremamente rigorosi quanto a qualità, gradi Brix e aspetto. Le pere che non soddisfano tali requisiti vengono commercializzate con il nome Sweet Doret. Per questa stagione ce ne saranno molte di più sul mercato.

"Le conseguenze della pioggia e del vento sono visibili soprattutto nel nord dei Paesi Bassi - ha detto Gerard a fine settembre - Del resto, il sapore delle pere è eccellente. Il Belgio è stato colpito ancora di più dal maltempo, ma in Francia e in Italia i raccolti sono buoni. Nel complesso, ci aspettiamo volumi minori, ma di buona qualità".

Per maggiori informazioni:
Gerard van Loon
The Greenery
Email: g.vanloon@thegreenery.com
Web: www.thegreenery.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 13/11/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

22/06/2018 Sudafrica: calibri e qualità eccellenti per le coltivazioni di avocado
22/06/2018 Ancora vietate le esportazioni di mele cinesi verso l'India
22/06/2018 Prezzi stabili e ancora mele disponibili per i produttori polacchi
22/06/2018 La Cina autorizza condizioni migliori per l'export del kiwi italiano
22/06/2018 Dal Sudafrica alla Puglia per una visita nel cuore della produzione di uva da tavola
22/06/2018 Generale flessione dei listini per le drupacee, buona domanda per l'uva da tavola
22/06/2018 Fragole Val Martello: dalla montagna con piu' sapore
21/06/2018 Spagna: i furti di meloni si possono denunciare via WhatsApp
21/06/2018 Nuova Zelanda: due produttori di kiwi ricevono riconoscimento per la coltivazione sostenibile
21/06/2018 Chi si ama si premia con Zespri!
21/06/2018 L'Europa dovrebbe rivolgersi alla Croazia per l'approvigionamento di frutti esotici
21/06/2018 UniBo: le ciliegie Alma Mater a favore delle associazioni di volontariato
21/06/2018 Vendite a rilento per gli ananas sul libero mercato
21/06/2018 AOP Luce: una campagna albicocche deludente, ottimismo sulle varieta' medio-tardive
21/06/2018 Uve egiziane: la resa di quest'anno e' piuttosto limitata
21/06/2018 Fragole al nord, un'annata in rimessa netta
20/06/2018 Una stagione positiva per le ciliegie durone della Valle del Chiampo
20/06/2018 'Speriamo che il bel tempo e i Mondiali di calcio diano una spinta ai consumi'
20/06/2018 Egitto: giornata in campo ARRA™, operatori interessati alle varieta' precoci
20/06/2018 In Nuova Zelanda superati tutti i record, i prezzi dell'avocado raggiungono il massimo storico

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*