Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Calibro grosso e buon sapore. Si aprono nuovi scenari

Tardiva d'ottobre: una selezione di nettarina che allunga il calendario

Una nettarina tardiva, adatta per il territorio italiano, che matura dopo il 20 settembre e che resiste bene sulla pianta fino alla prima decade di ottobre. Al momento si tratta solo di una selezione, ma è sotto osservazione per verificarne la produttività e shelf life.



Le foto di questo articolo sono state scattate il 6 ottobre scorso a Faenza (Ravenna), presso il campo sperimentale dei Vivai Daniele Neri. "Si tratta di una selezione molto interessante - segnala il breeder - che ha la caratteristica di essere molto tardiva. Vorrei segnalare che vendere nettarine a fine settembre - primi di ottobre, di buon gusto e grossa pezzatura, rappresenta un'opportunità economica non indifferente".



Abbiamo assaggiato questa Tardiva d'ottobre (potrebbe essere il futuro nome della selezione?) e al gusto si presenta come tradizionale, tendenzialmente acidula, ma con un °Brix comunque importante. Il calibro medio, sulla pianta, era compreso fra AAA e AAAA grazie alla tecnica di coltivazione adottata da Neri che si differenzia dalla classica per potatura, diradamento, irrigazione.



"Questa selezione mi piace particolarmente - aggiunge Neri - in quanto ha la polpa che si stacca dal nocciolo (spicca dall'osso, in gergo, ndr) e questo ne facilita il consumo. La polpa è consistente e i frutti presenti oggi sulla pianta (6 ottobre 2017, ndr) hanno avuto l'ultimo trattamento ai primi di settembre. Hanno una tenuta sulla pianta davvero prolungata, così come sullo scaffale".

Secondo il ricercatore, gli agricoltori dovrebbero valutare la PLV-Produzione Lorda Vendibile delle proprie pesche e nettarine nei mesi estivi, e poi farsi due conti. "Forse può convenire spostare parte della produzione sul tardivo? Secondo me sì - conclude Neri-. Abbiamo varietà molto interessanti (cfr. FreshPlaza del 26/09/2017) che raggiungono calibri importanti, se coltivate con una nuova mentalità, che metta al centro il consumatore, che faccia produrre meno frutti, stressando meno la pianta e ottenendo un sapore migliore, con remunerazioni più soddisfacenti. Cioè tutto l'esatto contrario di ciò che si fa oggi".

Contatti:
Daniele Neri Vivai Piante
Via Sacramora 15
48018 Faenza (Ravenna) - Italy
Tel./Fax: (+39) 0546 639169
Email: info@danielenerivivai.com
Web: www.danielenerivivai.com

Data di pubblicazione: 13/10/2017
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

15/12/2017 Mercato delle uve eccellente in Europa, se solo le uve sudafricane riuscissero ad arrivarci
15/12/2017 Cina: la fornitura di mele rosse non soddisfa la domanda
15/12/2017 Il marchio di mele KIKU si afferma sul mercato greco
15/12/2017 Annata di raccolta magra per il Pistacchio di Bronte DOP
15/12/2017 Favorevole evoluzione per le mele, generale stabilita' per pere e kiwi
15/12/2017 Si parla della Cina come del santo graal per chiunque abbia problemi di sovraofferta
15/12/2017 Zespri: i kiwi italiani alla conquista della stagione
14/12/2017 Marocco: l'areale delle fragole cresce da 10 a 3.660 ettari in 27 anni
14/12/2017 Melone Kiwano, qualcosa di speciale
14/12/2017 La Grecia contribuisce alle importazioni di pesche in Ucraina
14/12/2017 La Turchia non influenza i prezzi delle nocciole dell'Azerbaigian
14/12/2017 Una nuova mela gialla che viene dal Giappone
14/12/2017 L'avocado mini ha un'aria molto piu' festiva durante il periodo natalizio
13/12/2017 Liguria: presentato il marchio Nocciole Misto Chiavari
13/12/2017 Assomela: produzione di mele e situazione di mercato per la stagione 2017/2018
13/12/2017 Il clima riduce i volumi di litchi proveniente dal Sudafrica
13/12/2017 Aumentano i volumi di mela KORU in entrambi gli emisferi
12/12/2017 Confagricoltura Toscana: a rischio il 50% della produzione di ortofrutta
12/12/2017 India: i cicloni nella zona occidentale stanno devastando la produzione di uve di questa stagione
12/12/2017 La California continua a bruciare, distrutta gran parte del raccolto di avocado

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*