Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Spagna: l'Estremadura conclude la campagna dei pomodori con volumi maggiori rispetto a quelli contrattati inizialmente

 La comunità autonoma spagnola dell'Estremadura ha concluso la campagna del pomodoro da industria con una produzione totale di quasi 2,1 milioni di tonnellate. Secondo i dati pubblicati da Cooperativas Agroalimentarias de Extremadura e dalla Mesa del Tomate, per essere precisi, i produttori dell'Estremadura hanno consegnato alle diverse industrie un totale di 2.081.320.404 kg, rispetto ai 2.059.783.222 kg inizialmente contrattati.

La resa media è stata di 88.268 kg per ettaro, in una regione dove il numero degli ettari dedicati alla coltivazione dei pomodori ammonta a 23.579,49. La maggior parte di questa produzione, il 60% circa, corrisponde a cooperative nella regione, con un volume esatto di 1.201.891.991 kg.

Fonti all'interno del settore hanno spiegato ad AgroExtremadura che l'eccezionale resa delle piantagioni tardive, che sono andate meglio in termini di quantità e qualità, ha compensato le perdite causate dalle ondate di calore registrate all'inizio dell'estate, che hanno avuto un impatto negativo sull'allegagione nelle piantagioni precoci.

Il presidente del dipartimento per la frutta e verdura di Cooperativas Agroalimentarias de Extremadura, Domingo Fernández, non ha esitato ad assicurare che "i pomodori tardivi hanno compensato le perdite registrate da quelli precoci". 

"E' stata una campagna normale e si è conclusa meglio del previsto. Tutti i contratti sono stati rispettati e sono stati raggiunti livelli di produzione medi. Rispetto a quello che abbiamo avuto all'inizio della stagione, con il caldo e le perdite dei pomodori precoci - ha messo in evidenza Fernández - il risultato finale è stato più soddisfacente per i produttori, che hanno recuperato un anno che sembrava essere molto problematico".

Il fatto è che, anche se le alte temperature hanno colpito pesantemente la coltura nella prima parte dell'estate, le temperature miti e l'assenza di piogge registrate ad agosto e la resa della coltura nelle fasi conclusive della campagna sono state fondamentali per assicurare che il bilancio finale non fosse così negativo come previsto.

Fonte: regiondigital.com

Data di pubblicazione: 12/10/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/10/2017 Fucino: il finocchio Virgo F1 di Bejo soddisfa produttori e commercianti
20/10/2017 Insalate di IV gamma: la perdita di vitamina C dipende dal lavaggio
20/10/2017 SOILVEG lancia un video dimostrativo
19/10/2017 Germania: costi di raccolta in notevole aumento per i funghi
19/10/2017 Australia: quasi il 90% dei pomodori viene rifiutato dai supermercati per l'aspetto estetico
19/10/2017 I pomodori spagnoli tornano sugli scaffali dei supermercati europei
18/10/2017 Usa: record mondiale per una zucca da 960 kg
18/10/2017 E' la Cina che detta legge sul mercato mondiale dell'aglio
18/10/2017 Russia: autonomia nella fornitura di pomodori tra 5 anni
18/10/2017 Le zucche piacciono, meglio ancora se dolci e ben presentate
17/10/2017 SIPO amplia la gamma dei funghi freschi
17/10/2017 Alcune curiosita' sugli spaghetti di verdura de La Linea Verde Dimmidisi'
17/10/2017 Cina: nel 2017 le scorte di aglio sono aumentate rapidamente
16/10/2017 A breve si svolgera' il II Simposio Internazionale del Pomodoro, con un focus su genetica e difesa
16/10/2017 Focus sul mercato globale dell'aglio
16/10/2017 L'innovazione cresce anche nelle verdure con le offerte Sipo
16/10/2017 Il crescione d'acqua e' la verdura piu' sana al mondo
13/10/2017 La Spagna domina i mercati europeo e mondiale dei cetrioli
13/10/2017 Iniziata la stagione dei cardi dolci coltivati nella sabbia
13/10/2017 Esordio sui mercati delle orticole in serra di origine siciliana

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*