Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



UE: 30% in piu' per i prezzi delle mele rispetto alla media quinquennale

A settembre 2017, il prezzo medio delle mele in Europa era di 0,73 euro/kg, cioè del 30% superiore alla media quinquennale. Il motivo di tali livelli elevati si deve al volume di produzione inferiore causato dal gelo registrato quest'anno in molti paesi europei. Questi dati sono stati estrapolati da un rapporto della Commissione Europea. I maggiori produttori europei sono Polonia, Italia, Francia e Germania.



Grandi differenze

In questa stagione di vendita, i prezzi sono in rialzo del 47% in Polonia, del 53% in Germania, del 33% in Francia mentre in Italia il livello è superiore del 5% rispetto alla media quinquennale. A settembre 2017, le differenze di prezzo erano notevoli. In Polonia le mele avevano una quotazione di 0,38 euro/kg, in Italia di 0,73 euro/kg, mentre i francesi pagavano 1,11 euro/kg e i tedeschi in media 0,70 euro/kg. I prezzi delle mele in Polonia sono generalmente bassi; l'anno scorso quello registrato a settembre è stato di 0,26 euro/kg.

Varietà
Le varietà principali prodotte nell'Unione Europea sono Red Delicious, Gala, Granny Smith, Fuji, Golden Delicious, Honeycrisp e Pink Lady. Questo dato è stato tratto dalla produzione media tra il 2013 e il 2015. La Cina registra il consumo di mele maggiore, con il 58% del volume totale. Seguono Unione Europea e Stati Uniti.

Import-export
L'export delle mele dall'UE ha registrato una tendenza al rialzo fino al 2015, quando ha raggiunto un volume di 1.752.962 tonnellate. Nel 2016 è diminuito a 1.599.052 ton. Le mele in Europa vengono anche importate, principalmente da aprile a luglio. Il picco delle importazioni cade generalmente a giugno-luglio.

Dal 2011 al 2015, a livello globale e in termini di volume, il principale importatore di mele era la Russia. Se si osserva il valore delle importazioni è la Germania che in quegli anni ha importato di più. Altri grandi importatori di mele sono stati Regno Unito, Bielorussia, Messico e Stati Uniti.

Clicca qui per vedere le statistiche della Commissione Europea

Data di pubblicazione: 12/10/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

19/07/2018 Esportazioni di uva turca aumentate di oltre l'85 per cento nel 2017
19/07/2018 Tunisia: proventi delle esportazioni di frutta in crescita del 51%
19/07/2018 Positive contrattazioni per la frutta estiva, flessione fisiologica dei listini delle pesche
19/07/2018 Inizia la raccolta di Romagna Summer, nettarina con elevati calibri e Brix
19/07/2018 Fichi, un articolo caratterizzato da alti e bassi
19/07/2018 Europa: ottima accoglienza per due nuove varieta' di mirtilli
18/07/2018 Europa nord-occidentale: il mango Kent resta il preferito, ma il Palmer guadagna terreno
18/07/2018 Giacenze di mele nella regione Trentino-Alto Adige al 1 luglio 2018
18/07/2018 Quando un telo diventa alleato della colorazione di uva da tavola Crimson
18/07/2018 Angurie a fette: meglio tenerle a temperatura controllata
18/07/2018 Ortofruit Italia apre la stagione delle pesche con una strategia tricolore
17/07/2018 Bosnia ed Erzegovina: sospiro di sollievo per i melicoltori
17/07/2018 The Greenery amplia l'assortimento di Sweet and Sunny
17/07/2018 Rese basse ma ottima qualita' per le fragole di montagna
17/07/2018 Presentazione della frutta in cassetta: suggerimenti per evitare l'autogol
17/07/2018 Nocciolo in Piemonte: dall'impianto alla coltivazione, le nuove pratiche
17/07/2018 Raddoppia l'export di frutta dalla Turchia
17/07/2018 Francia: prezzi delle drupacee stabili nonostante i volumi limitati
16/07/2018 CIV: impianti pilota pre-commerciali della nuova varieta' di pero Cape Rose-Cheeky
16/07/2018 Francia: prezzi delle albicocche in aumento

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*