Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



La Florida perde meta' del suo raccolto di arance

L'uragano Irma ha devastato gli aranceti della Florida, con stime che suggeriscono la perdita di metà dell'attuale raccolto. I produttori stanno valutando come muoversi mentre vanno avanti, tentando una ripresa sulla scia di un settore già in difficoltà e lottando contro gli effetti delle fitopatie e del calo di domanda.

Quentin Roe della Noble Citrus ha dichiarato che l'uragano è stato il peggiore disastro naturale che i produttori di arance abbiano mai avuto. "L'uragano Irma è stato realmente devastante e stimiamo una perdita di raccolto pari al 50-60% - ha dichiarato Roe - I volumi di produzione hanno accusato un duro colpo, ma non avremo valutazioni accurate prima della fine del mese, quando il Dipartimento dell'Agricoltura rilascerà i suoi dati. A questo punto le previsioni di quest'anno ammontano a una produzione di 35-40 milioni di cartoni, in calo rispetto alle aspettative iniziali di 72 milioni di cartoni".



Fase di ripresa
Una volta passato l'uragano Irma, con lo sgombero in corso, i produttori di arance hanno valutato i danni e cominciato a pianificare la strategia per andare avanti. "All'inizio c'è stato un periodo di attesa di 10-14 giorni prima che gli alberi potessero riprendersi e adattarsi - ha continuato Roe - Una volta che una parte delle scorte non danneggiate è arrivata al centro di imballaggio, su alcuni dei frutti abbiamo notato segni dovuti al vento. Le varietà principali colpite sono state quelle precoci, come la Navel Hamlin e i mandarini e pompelmi precoci. Stiamo sperando che le varietà più tardive come le Valencia e i mandarini di fine stagione mostrino problemi minori".

I produttori di arance della Florida stanno ancora arrancando dopo anni passati a combattere le fitopatie, che hanno prodotto una carenza di frutti. Per il momento le forniture sembrano essere nettamente in carenza e la situazione sarà questa fino a che gli alberi non si riprenderanno e la stagione californiana non comincerà. "Negli ultimi dieci anni il settore delle arance della Florida è stato colpito pesantemente dal cancro batterico degli agrumi. Dodici anni fa la zona agrumicola in Florida ammontava a 850mila ettari, mentre ora è scesa a circa 350mila. L'uragano ha peggiorato la situazione e ora stiamo assistendo a prezzi record sul mercato. Speriamo che rientri una volta che le varietà tardive saranno in offerta e anche quando la stagione della California comincerà a novembre-dicembre".



Le nuove varietà di agrumi danno speranza al settore
In generale è difficile trovare buone notizie per gli agrumicoltori della Florida, ma Roe sostiene che si stanno sviluppando nuove varietà e i produttori potranno sperare nel prossimo futuro.

"Abbiamo programmi di sviluppo varietale in corso e mentre parliamo si stanno già piantando nuove varietà - ha sottolineato Roe - Proprio come il settore delle mele introduce regolarmente nuove varietà sul mercato, così sta succedendo in Florida con le nuove varietà di mandarini. Si sta lavorando a frutti che potranno soddisfare le diverse preferenze di sapore e dolcezza dei consumatori e siamo entusiasti di continuare ad andare avanti, introducendo queste varietà sul mercato. Per anni la California ha dettato lo standard, ma sentiamo di avere un vantaggio grazie ai costi inferiori del trasporto marittimo in Florida, essendo molto più vicina alla costa orientale. Inoltre, la finestra di produzione della Florida comincia prima, perciò queste premesse rappresentano un grande motivo di ottimismo nel settore".

Per maggiori informazioni:
Quentin Roe
Noble Citrus
Tel: +1 863 293 5224
Email: qroe@wgroe.com
Web: www.noblecitrus.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 13/10/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

12/12/2017 Egitto: il settore delle arance beneficia del basso tasso di cambio della Lira egiziana
12/12/2017 Tavolo tecnico agrumi di Bruxelles: bisogna discutere meglio sulle questioni fitosanitarie
11/12/2017 Il Distretto Agrumi di Sicilia richiede un incontro urgente con le Istituzioni
11/12/2017 Focus sul mercato mondiale dei limoni
11/12/2017 Comercial Gallo stila un bilancio sulle nuove cultivar di clementine proposte al mercato italiano
11/12/2017 Brasile e Stati Uniti: individuata la molecola che potrebbe combattere il fenomeno del greening sugli agrumi
11/12/2017 Campagna nera per il Clementine Comune
07/12/2017 E' iniziata la campagna delle arance Moro siciliane
07/12/2017 Siviglia: prezzi delle Navelina piu' alti all'origine che a destinazione finale
07/12/2017 Stagione del limone: calibro piccolo in Sicilia
06/12/2017 Peru': l'attenzione e' rivolta agli easypeeler e alle nuove varieta'
05/12/2017 I clienti tedeschi acquistano piu' mandarini Satsuma turchi
04/12/2017 I limoni spagnoli dominano il mercato europeo
01/12/2017 USA, California: raccolto inferiore per i limoni
01/12/2017 Curiosita': mutazioni genetiche nel Clementine
30/11/2017 Discreto andamento degli scambi per arance e clementine
30/11/2017 Sicilia: un'annata con agrumi di pezzatura medio-piccola
30/11/2017 Spagna: margini di profitto ristretti per clementine e arance
29/11/2017 Buona annata per i mandarini del Pakistan
29/11/2017 Prezzi irrisori per le prime clementine calabresi sugli scaffali dei supermercati

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*