Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Focus sul mercato mondiale delle melagrane

Finora è stata una stagione difficile per i Paesi produttori di melagrane come India ed Egitto, che sono sul mercato da settembre per ragioni molto diverse. Mentre il primo ha problemi di qualità dovuti alla pioggia, l'altro ha dovuto fare i conti con le temperature elevate. Nel complesso la domanda è in qualche modo stabile, se non in crescita per questo super alimento, la cui popolarità ha mostrato un incremento negli ultimi anni in nuovi mercati che non avevano ancora familiarità con il frutto. Per i Paesi dove la produzione sta per cominciare, la situazione appare un po' più promettente e stabile. Anche se questo potrebbe non essere l'anno più importante in termini di produzione, l'alta qualità dei frutti sta compensando i risultati di una produzione più basse delle aspettative.

India: le pesanti piogge stanno mettendo in difficoltà i produttori
Le pesanti piogge e le inondazioni che hanno colpito l'India qualche mese fa hanno limitato la produzione di melagrane, facendo aumentare i prezzi del 30-40% dalla settimana scorsa. Prima di allora c'è stata una produzione eccessiva, perciò nel complesso il mercato ha avuto alti e bassi in questa stagione.



La richiesta globale è buona per le melagrane indiane, soprattutto sui mercati di Germania e Paesi Bassi, dove sono conosciute per la loro buona qualità. Un commerciante indiano lo attribuisce allo stare al passo con gli investimenti nella tecnologia di produzione rispetto ad altri Paesi, oltre che all'esperienza maggiore.

Il picco di domanda per le melagrane indiane si registra nei mesi di dicembre, gennaio e marzo.

Anche gli arilli freschi di melagrana stanno fornendo molte opportunità ai produttori indiani e questo mercato continua a crescere ogni anno con nuove destinazioni come Stati Uniti ed Europa. Il vantaggio principale degli arilli è la loro praticità di consumo, amata dai consumatori; ciò li rende maggiormente disponibili sul mercato.

Egitto: il clima caldo causa problemi di qualità minori
Al contrario della stagione indiana, l'Egitto sta lottando contro il clima molto caldo dell'ultimo paio di mesi. In generale si prevede una qualità migliore rispetto alla stagione scorsa, ma ci sono stati piccoli problemi di bruciature da sole.

I principali mercati per le melagrane egiziane al momento sono Malesia, Singapore, Russia, Ucraina e alcuni Paesi europei.

L'India sta rendendo difficile l'ingresso dell'Egitto nei mercati asiatici, soprattutto perché le loro stagioni coincidono. A rendere le cose più difficili è il fatto che la maggior parte dei consumatori ha più familiarità con le melagrane indiane, quindi c'è molto lavoro da fare prima che l'Egitto riesca a costruirsi una reputazione in questi Paesi. Ad esempio, Malesia e Singapore sono disposti a pagare buoni prezzi per i calibri grandi e l'alta qualità, cosa che li rende destinazioni molto attraenti.

Anche le melagrane di Israele sono state interessate dalle alte temperature
Sul mercato europeo sono disponibili le varietà precoci in arrivo da Israele, tuttavia, gli importatori hanno riportato prezzi bassi, soprattutto per i calibri più piccoli, dopo che la calda estate ha causato problemi di qualità.

Primi giorni per la stagione sudafricana
Anche se è ancora troppo presto per dire esattamente cosa porterà la stagione delle melagrane in Sudafrica, con gli alberi ancora in fase di fioritura, i produttori si aspettano un incremento per questa stagione di circa il 15% a Capo Occidentale e Settentrionale.

I produttori hanno dovuto prestare molta attenzione in questa stagione in quanto oltre alla siccità, l'UE ha emesso nuovi regolamenti per la Falsa Cydia. Dopo avere lavorato a stretto contatto con i produttori di agrumi e drupacee, i produttori di melagrane hanno sviluppato un nuovo sistema per l'igiene nei frutteti, il monitoraggio e le misure di applicazione dei fitofarmaci per ridurre i materiali destinati a venire in contatto con gli alimenti (FCM, Food Contact Materials) durante la produzione. Il cambiamento è stato cruciale per via del fatto che l'UE resta il mercato più grande per le melagrane del Sudafrica, prelevando il 50% della produzione.

Mercato difficile per Belgio e Paesi circostanti
Le melagrane di piccole dimensioni sono il formato preferito in Benelux, tuttavia, il mercato si sta dimostrando difficile al momento, con prezzi bassi per i calibri piccoli.

La varietà Wonderful resta la varietà più importante, ma quando essa non è disponibile, il mercato si apre ad altre varietà come Acco, Emek, Herkovitz e Bagwa.

Spesso gli importatori si destreggiano per soddisfare le richieste dei loro Paesi d'esportazione perché ogni mercato europeo ha diverse preferenze in termini di calibro e origini. Nel complesso, i consumatori di Benelux e Scandinavia richiedono dimensioni piccole, i tedeschi preferiscono la produzione tunisina e i calibri più grandi vengono inviati in altre destinazioni, come l'Europa dell'Est.

USA: attesa una stagione leggermente in ritardo ma buona per la California

Negli Stati Uniti la raccolta delle melagrane dovrebbe cominciare da una settimana a dieci giorni più tardi rispetto all'anno scorso (16 ottobre), registrando anche un leggero calo nei totali di produzione. Tuttavia, i produttori ritengono che la resa più bassa sarà compensata da melagrane più grandi e dolci.

In un'annata tipica, negli Stati Uniti si producono circa 6 milioni di cartoni di melagrane per il mercato del fresco. Le stime preliminari hanno mostrato che il raccolto di quest'anno sarà in calo del 15-20% rispetto al normale.

Dopo che le carenze idriche registrate negli ultimi anni in California hanno stressato gli alberi, quest'anno il loro aspetto è migliore, ma ci vorranno un paio di anni prima che gli alberi si riprendano in termini di resa.

Aumenta la richiesta di melagrane italiane
La domanda di melagrane italiane sta aumentando. A livello domestico le melagrane italiane, iraniane ed egiziane sono le più disponibili all'ingrosso, ma i consumatori continuano a preferire la produzione locale nonostante i prezzi più elevati. Quando non ci sono problemi di qualità, gli acquirenti scelgono in base all'origine.

La produzione in Sicilia sta aumentando, ma i commercianti hanno comunicato che sarebbe difficile accedere al mercato nordeuropeo per via dell'accesa competizione da parte di Paesi come Israele, Turchia e Spagna. Tuttavia, i commercianti pensano che l'offerta di prodotto biologico potrebbe fornire buone opportunità.

Quest'anno la richiesta e l'interesse per questo frutto sembrano aumentare in maniera stabile in tutti i canali di distribuzione (Gdo, normal trade e ristorazione). Questo vale sia per il prodotto fresco che per quello trasformato, in particolare i succhi di melagrana che sono sempre più popolari sul mercato, anche se spesso mischiati con quelli di altri frutti.

Clima buono per la produzione in Francia
La produzione francese è destinata principalmente al mercato dei succhi. Tuttavia, la richiesta di succo e prodotto fresco è aumentata dopo che recenti studi hanno documentato i benefici che il consumo delle melagrane ha per la salute. I produttori hanno aumentato i volumi di produzione anno dopo anno, ma la produzione del Paese è ancora piccola, con solo 3 o 4 produttori in tutta la nazione, per un volume totale di circa 100 tonnellate (il prodotto importato da altri Paesi di produzione ammonta a dieci o venti volte tanto).

La produzione di melagrane è piuttosto nuova per l'Australia
Rispetto ad altri Paesi le melagrane sono ancora piuttosto nuove in Australia, con molte grandi piantagioni apparse meno di dieci anni fa, che forniscono una percentuale molto limitata della produzione mondiale. Con melagrane fresche disponibili tra marzo e settembre, uno dei maggiori produttori dell'Australia afferma che la domanda sta lentamente crescendo mentre i benefici di questo super alimento e il suo sapore guadagnano riscontri. Ma non si tratta solo del prodotto fresco, in quanto i produttori australiani stanno investendo nella produzione di prodotti dal valore aggiunto come arilli di IV gamma, succhi pressati a freddo senza additivi né conservanti, arilli di melagrana liofilizzati e in polvere.

Come molte altre linee di prodotti ortofrutticoli australiani, il mercato asiatico viene visto come un'opportunità d'oro per le esportazioni una volta che l'offerta aumenterà; la produzione locale è, infatti, in controstagione rispetto all'emisfero nord.

La Tunisia ha reso popolari le melagrane in Cina

La melagrana tunisina dagli arilli morbidi è gradualmente diventata popolare come frutto di fascia alta da quando è stata introdotta in Cina nel 1986. Attualmente, le tre principali zone di produzione in Cina sono la provincia di Henan, Yunnan e Sichuan e i periodi di produzione vanno dall'inizio di ottobre a metà novembre (Henan), da fine agosto ai primi di ottobre (Yunnan) e da fine luglio ai primi di ottobre (Sichuan).

In tutto il Paese la produzione annuale è relativamente stabile. Rispetto al 2015, il prezzo medio di mercato è aumentato almeno del 10% nel 2016, ma è previsto che rimarrà stabile per tutto il 2017.

Rispetto a frutti comuni come banane e mele, le melagrane tunisine sono meno conosciute e, a causa dei prezzi piuttosto alti, il consumatore finale è solitamente rappresentato da gruppi di fascia medio-alta.

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 09/10/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/10/2017 Granrossa: la melagrana 'ionica' nata dall'impegno di Peviani SpA e OP Agricor
20/10/2017 Rilancio della castanicoltura da frutto piemontese
20/10/2017 Tunisia: prezzo delle melagrane Gasbi inferiore all'anno scorso
20/10/2017 Cina: il mercato delle melagrane tunisine ad arilli morbidi e' in flessione
19/10/2017 'Sono Marlene', la figlia delle Alpi
19/10/2017 Germania: perdite significative per i produttori frutticoli, nonostante l'aumento dei prezzi delle mele
19/10/2017 Cina: le mele di Qingyang puntano ai mercati esteri
19/10/2017 Mele Smitten™: la piu' grande produzione mai registrata
19/10/2017 Polonia: nuove varieta' offrono alternative alle mele club
18/10/2017 Cina: le mele Huaniu guardano al mercato europeo
18/10/2017 Coldiretti Liguria: il cinipide del castagno e' stato debellato
18/10/2017 Piemonte: la Regione valuta un piano di risarcimento per la moria dei kiwi
18/10/2017 Spagna: la produzione di cachi sara' inferiore del 20%
18/10/2017 Gli esportatori greci di pesche sono stati i piu' colpiti dall'embargo russo
18/10/2017 Costa Rica: ananas, la nuova sfida e' la Cina
18/10/2017 Spagna: spedizioni di cachi raddoppiate, consumo in continua crescita
18/10/2017 Belgio: aumentano le esportazioni di pere in Estonia e Lituania
17/10/2017 La quota di mercato di UVASYS e' cresciuta insieme alla produzione di uva da tavola
17/10/2017 Brasile: la produzione di angurie aumenta rapidamente
17/10/2017 Una buona stagione per i mirtilli

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*