Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Carruba: frutto antico che l'Italia sta lentamente riscoprendo

"La carruba è un frutto antico. Ricordo ancora le navi in arrivo dalla Turchia piene di questo prodotto; ero piccolo ma ancora ho impresso il profumo che si spargeva per tutto il paese. Adesso di carrube se ne vedono poche, in giro. Ma nessuno ha ben presente che la maggior parte dei cibi che mangiamo contengono farina di carrube. Questa infatti è prevalentemente destinata al trasformato e alla zootecnia. Una quota limitata - via via crescente - va al mercato del fresco". A raccontarlo a FreshPlaza è Francesco Palasciano, titolare dell'azienda Cuore Verde.



"In passato, il business della carruba era rappresentato dal seme, che si chiama carato, come l'unità di misura dell'oro - racconta Francesco - e che veniva utilizzato a livello farmaceutico. Carichi pieni di semi raggiungevano la Svizzera". Le carrube hanno perso nel tempo la loro importanza. Ora si registra un nuovo interesse. Le piante rimaste - considerate dei veri monumenti - si trovano in Sicilia e Puglia.



La Cuore Verde, cui vengono conferite le carrube pugliesi, le distribuisce principalmente all'estero, UE ed extra-UE. "Negli ultimi due anni, abbiamo registrato una maggiore richiesta da parte della grande distribuzione italiana. Si tratta sempre di piccoli quantitativi e il prodotto viene venduto nel comparto della frutta secca. All'estero, i consumi sono decisamente maggiori. Come per i fichi, le persone di religione musulmana ne fanno largo uso".



Per il confezionamento si utilizzano cassette che contengono 10 vaschette da 350 grammi ognuna oppure quelle con peso legalizzato, sfuso da 5 kg.

Data di pubblicazione: 11/10/2017
Autore: Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/10/2017 Granrossa: la melagrana 'ionica' nata dall'impegno di Peviani SpA e OP Agricor
20/10/2017 Rilancio della castanicoltura da frutto piemontese
20/10/2017 Tunisia: prezzo delle melagrane Gasbi inferiore all'anno scorso
20/10/2017 Cina: il mercato delle melagrane tunisine ad arilli morbidi e' in flessione
19/10/2017 'Sono Marlene', la figlia delle Alpi
19/10/2017 Germania: perdite significative per i produttori frutticoli, nonostante l'aumento dei prezzi delle mele
19/10/2017 Cina: le mele di Qingyang puntano ai mercati esteri
19/10/2017 Mele Smitten™: la piu' grande produzione mai registrata
19/10/2017 Polonia: nuove varieta' offrono alternative alle mele club
18/10/2017 Cina: le mele Huaniu guardano al mercato europeo
18/10/2017 Coldiretti Liguria: il cinipide del castagno e' stato debellato
18/10/2017 Piemonte: la Regione valuta un piano di risarcimento per la moria dei kiwi
18/10/2017 Spagna: la produzione di cachi sara' inferiore del 20%
18/10/2017 Gli esportatori greci di pesche sono stati i piu' colpiti dall'embargo russo
18/10/2017 Costa Rica: ananas, la nuova sfida e' la Cina
18/10/2017 Spagna: spedizioni di cachi raddoppiate, consumo in continua crescita
18/10/2017 Belgio: aumentano le esportazioni di pere in Estonia e Lituania
17/10/2017 La quota di mercato di UVASYS e' cresciuta insieme alla produzione di uva da tavola
17/10/2017 Brasile: la produzione di angurie aumenta rapidamente
17/10/2017 Una buona stagione per i mirtilli

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*