Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Trattori che si guidano da soli, droni e robot: ecco l'agricoltura del futuro

Un campo di orzo lavorato interamente da mezzi a guida autonoma e robot. Non è la prima volta che telecamere, sistemi Gps e droni riescono a sostituire l'uomo in alcune fasi del lavoro, ma mai in tutto il processo produttivo. "The Hands Free Hectare" è un esperimento realizzato dai ricercatori dell'università britannica Harper Adams.

Il progetto consiste nella coltivazione di un ettaro di terra nella regione rurale dello Shropshire, lavorato grazie all'utilizzo di un trattore e di una mietitrebbiatrice a guida autonoma. I mezzi sono stati modificati con telecamere, laser e sistemi di navigazione Gps. Allo stesso tempo, nel campo è presente un robot con il compito di raccogliere campioni di terriccio, mentre un drone è in grado di monitorare dall'alto il buon andamento della lavorazione.

Finanziato dal governo britannico, il progetto è costato 200mila sterline. "Si tratta dell'ettaro di orzo più costoso di sempre, ma allo stesso tempo rappresenta un primo passo verso il futuro", spiega il responsabile del team di ricerca Kit Franklin al Times.



E se l'esperimento ha avuto successo, non sono mancati gli errori e le difficoltà. "Il trattore non riesce a mantenere una linea retta nel campo, di conseguenza molte delle colture sono state seminate in maniera irregolare. In un'occasione poi, durante l'irrigazione, il mezzo è andato per conto suo e abbiamo faticato molto per riprendere il controllo della situazione" racconta al quotidiano inglese l'agronoma Kieran Walsh. "Controllare l'andamento dei lavori da uno schermo è molto più difficile che essere sul posto", continua.

E non si tratta del primo progetto di questo tipo: nel 2016, l'azienda produttrice di ortaggi giapponese Spread ha annunciato di volere aprire la prima fattoria gestita quasi interamente da robot entro il 2018. Insomma, la domanda sorge spontanea: è la fine del contadino in carne e ossa? Secondo la stessa Walsh, l'essere umano ha ancora un ruolo importante nella fattoria del futuro, "prima di tutto perché i robot possono sbagliare e ci vuole qualcuno che controlli il loro lavoro". Ma non solo, "la conoscenza del terreno da parte dell'agricoltore è una capacità che le macchine non sono ancora in grado di replicare", conclude l'agronoma.

Fonte: www.lastampa.it

Data di pubblicazione: 14/09/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

26/09/2017 A livello genetico c'e' molto potenziale nel modificare il sapore degli ortofrutticoli
22/09/2017 Potenziata la app MeteoFEM con la funzionalita' Citizen Science Monitoring
21/09/2017 Nuovo sistema di essiccazione pensato per le foglie di menta
20/09/2017 Il Sudafrica offrira' nuove varieta' e metodi di produzione per la guava
19/09/2017 Startupbootcamp FoodTech annuncia la batteria di startup foodtech del 2017
15/09/2017 Compac svela i suoi passi in avanti nella selezione delle ciliegie
13/09/2017 Eqraft sviluppa un sistema di stampa laser direttamente sui sacchetti
12/09/2017 BG Door presenta un'unita' mobile di pre-raffreddamento di nuova generazione
11/09/2017 Messico: un sistema per coltivare piu' pomodori con meno acqua
08/09/2017 Frutta tropicale brasiliana: dalla buccia essiccata arriva l'alternativa salutare ai coloranti alimentari sintetici
08/09/2017 Ministro Martina: porteremo l'agricoltura di precisione nel 10% dei campi
07/09/2017 Acqua elettrolizzata per rimuovere i residui di insetticidi dagli ortofrutticoli
06/09/2017 MultiVegiClean: un progetto che studia l'uso degli ultrasuoni nella pulizia degli ortaggi a foglia
05/09/2017 De Nora protagonista con l'ozono al congresso mondiale IOA
05/09/2017 Informatico israeliano sviluppa un metodo facile per testare la freschezza della frutta
04/09/2017 Aria trattata con plasma per aumentare la shelf-life dei prodotti di IV gamma
01/09/2017 USA: l'Universita' dell'Arkansas sviluppa una nuova varieta' di uva da tavola
01/09/2017 Messico: vertical farming per far fronte all'aumento di popolazione e alla scarsita' di acqua e suolo
31/08/2017 Giappone: arriva il gelato che non si scioglie
31/08/2017 Fluazaindolizina: nuova molecola nematocida

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*