Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Buon raccolto per la pera rossa Falstaff

Buona pezzatura, colore rosso più che discreto, qualità ottima: per la pera Falstaff il 2017 sembra essere l'anno della conferma. La raccolta è già terminata e i risultati sembrano soddisfare i produttori. Ora si deve solo attendere la risposta dei mercati.



"I nostri impianti sono al terzo anno di età - spiega Mauro Battistini, direttore di Orogel Fresco - per cui non possiamo ancora esprimere dei giudizi definitivi. Però la produzione di quest'anno è molto buona, sotto tutti i punti di vista. I calibri erano medio-grossi e abbiamo suddiviso, in cella, i 55-70 e i 70+ per poter poi commercializzare più facilmente a seconda dei mercati".

Falstaff non è una pera per tutti. Battistini dice che servono produttori specializzati in grado di gestire la pianta. "E' una pianta esigente, necessita di una potatura che definirei tecnicamente un po' sporca, cioè non canonica secondo i manuali. L'agricoltore deve vedere il portamento della pianta, che tende all'assurgente, e modellarlo. Deve essere trattata bene anche in vivaio in modo che poi l'impianto possa esprimere il massimo delle proprie potenzialità".



La varietà Falstaff, protetta dal CREA di Forlì a livello comunitario è stata assegnata in esclusiva mondiale per la gestione commerciale le la valorizzazione dei frutti a Newplant, il consorzio creato da Apo Conerpo, Apofruit e Orogel Fresco per la ricerca a livello mondiale di nuove varietà frutticole.

Paolo Sarpieri, socio Orogel, possiede quasi un ettaro di Falstaff in Romagna ed è soddisfatto del raccolto 2017: "La resa è stata buona, il calibro pure. Nonostante le alte temperature estive, la qualità non ne ha risentito e la colorazione rossa non è mancata. Ora auspichiamo che ci sia un buon prezzo, al pari di quello del 2016-2017, quando per noi la media è stata superiore all'euro".

Falstaff si contraddistingue per la buccia rossa, la polpa croccante, l'elevato grado zuccherino e un buon equilibrio con la componente acida. Può essere commercializzata solo dal Club e, passo precedente, prodotta solo dagli agricoltori che ne fanno parte. Falstaff ha alle spalle una storia particolare: nata dal programma di breeding del CREA di Forlì, ad opera di Lorenzo Rivalta e poi proseguito dall'allora direttore Walther Faedi.

Contatti:
Orogel Fresco
Via Emilia 3800
47020 Longiano (FC)
Tel.: +39 (0)547 651860
Fax: +39 (0)547 651809
Email: info@orogelfresco.it
Web: www.orogelfresco.it

Data di pubblicazione: 13/09/2017
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

19/06/2018 Coldiretti: nel 2017 arrivate in Italia 100mila ton di frutta secca 'anonima'
19/06/2018 Confagricoltura Ferrara: ciliegie penalizzate dal maltempo
19/06/2018 Il crollo dei prezzi cambia il mercato dei piccoli frutti
19/06/2018 Spagna: meno rischi dovuti alla diversificazione delle aree di produzione di drupacee
19/06/2018 Cina: il volume di produzione delle ciliegie diminuisce del 70%
19/06/2018 I fichi d'India sono molto richiesti
19/06/2018 Gusto ancora piu' gradevole e minore spreco: ecco il melone Cayucos Beach
19/06/2018 Albicocche: prezzi bassi per il troppo prodotto scadente
19/06/2018 I cerasicoltori spagnoli protestano contro il divario di prezzo tra produttore e consumatore
18/06/2018 Il primo lotto di ciliegie turche arrivera' presto sul mercato cinese
18/06/2018 Crollo dell'export italiano in nord Africa nel 2017
18/06/2018 Impianti pilota pre-commerciali di nuove varieta' di pero grazie al progetto UniBo-CIV
18/06/2018 Drupacee: una prima parte di stagione non cosi' deludente
18/06/2018 I Paesi Bassi ri-esportano i fichi fioroni pugliesi nei Paesi scandinavi
18/06/2018 Focus sul mercato mondiale dei mirtilli
18/06/2018 La Corte d'Appello di Anversa si pronuncia in merito alla distribuzione esclusiva delle pere Corina
18/06/2018 Kiwi rosso a marchio Zespri: tra un paio d'anni sara' sul mercato
15/06/2018 Fondazione Edmund Mach e Apot, 11 anni di sinergia a favore della frutticoltura trentina
15/06/2018 I vantaggi dell'essere specializzati in pomacee d'oltremare
15/06/2018 Le mele polacche Idared e Gloster ben accolte dai consumatori indiani

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*