Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Impatto negativo sui redditi rurali e sull'istruzione

Cambiamento climatico: a rischio la produzione di banane del Camerun

Sebbene alcuni studi recenti suggeriscano che i flussi migratori associati all'impatto del cambiamento climatico in agricoltura stiano interessando i sistemi sociali ed economici, sono relativamente pochi gli studi su questi effetti in Africa. Tali studi sarebbero particolarmente utili in Africa centrale, dove gli impatti del riscaldamento climatico si prevede saranno elevati e soprattutto coincideranno con un'area con bassa capacità di adattamento al cambiamento climatico.



"Concentrandosi sulle piantagioni di banane (Musa paradisiaca), una delle principali fonti di reddito del Camerun, abbiamo valutato se i recenti cambiamenti climatici abbiano provocato una riduzione delle produzioni – spiega Trevon L. Fuller dell'Università della California - L'analisi della temperatura annuale tra il 1950 e il 2013 ha mostrato un aumento di temperatura di 0,8°C in questi 63 anni, una tendenza che si osserva anche nelle temperature mensili negli ultimi vent'anni. Dal 1991 al 2011 è stata registrata una diminuzione del 43% della produttività delle piantagioni dell'Africa centrale, spiegata appunto dai cambiamenti di temperatura".

Questo declino può causare sia una riduzione dei redditi rurali sia un calo degli investimenti delle famiglie nell'istruzione. Negli ultimi due decenni, la durata della frequenza scolastica è diminuita di sei mesi e la diminuzione è stata strettamente legata alla resa delle piantagioni. Entro il 2080, la temperatura media annuale dovrebbe aumentare di almeno 2°C nell'Africa Centrale e i nostri modelli prevedono una riduzione concomitante del 39% delle produzioni e del 51% dell'istruzione, rispetto alla linea di base del 1991.

"Queste previsioni dovrebbero essere considerate come una richiesta di azione (call-to-action) per interventi politici sia per programmi di formazione degli agricoltori per migliorare la capacità di adattamento dei sistemi di produzione alimentare per attenuare gli impatti sui redditi rurali e sull'istruzione – concludono i ricercatori - sia per programmi di miglioramento genetico e selezione varietale per mitigare gli impatti del cambiamento climatico sulla produttività delle colture".

Fonte: Fuller Trevon L., Sesink Clee Paul R., Njabo Kevin Y., Tróchez Anthony, Morgan Katy, Meñe Demetrio Bocuma, Anthony Nicola M., Gonder Mary Katherine, Allen Walter R., Hanna Rachid, Smith Thomas B., 'Climate warming causes declines in crop yields and lowers school attendance rates in Central Africa', 2018, Science of The Total Environment, Vol. 610, pag. 503-510.

Data di pubblicazione: 12/09/2017
Autore: Emanuela Fontana
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

15/02/2018 Fyffes punta a un nuovo slancio e a un chiaro valore aggiunto nella sua gamma
14/02/2018 Great White Fleet-Chiquita: non piu' navi refrigerate nel Mediterraneo
13/02/2018 Canarie: nasce la prima industria di farina di banana per prodotti senza glutine
12/02/2018 Ecuador: nuova piattaforma per i migliori fornitori di banane
06/02/2018 Propagazione in vitro di due cultivar popolari di banana
06/02/2018 Peru': 25% in piu' nell'export di banane nel 2018
05/02/2018 Da grossista di banane a fornitori di servizi completo
02/02/2018 Dalle banane ai frutti tropicali: nuova Flex Door per le celle di maturazione
31/01/2018 Le banane sono un lusso in Europa
30/01/2018 Creata una criptomoneta basata sulle banane
25/01/2018 Le fiere? Sempre un buon momento per analizzare il mercato delle banane
24/01/2018 Banana giapponese con buccia commestibile
23/01/2018 In aumento la popolarita' delle banane del commercio equo e solidale
22/01/2018 Ucraina: valuta debole e forniture basse portano a prezzi alti per le banane
22/01/2018 Canarie: il 2017 e' stato l'anno peggiore per le coltivazioni di banane
19/01/2018 Banane: da marzo-aprile possibile surplus di offerta sul mercato globale
18/01/2018 Le vendite di banane Fairtrade non sono state particolarmente colpite dal clima in America Latina
17/01/2018 Olio essenziale di timo riduce l'antracnosi post-raccolta nelle banane biologiche
16/01/2018 Gravi carenze sul mercato delle banane
15/01/2018 Singapore: pipistrello della frutta goloso di banane

 

Commenti:


Gentili signori di Fresh Plaza buon giorno. Grazie delle informazioni cui date, questa lettera fa venire i brividi cui porterà questo cambiamento climatico. Ecco cosa vuol dire deforestazione delle foreste, mancanza di zona umida sulla terra con forte irraggiamento del sole sulla stessa. Questo è lo scandalo, FORESTAZIONE vuol dire meno anidride carbonica e più ossigeno, e con copertura fogliare più ombra alla terra. I raggi del sole non toccando terra questa non scaldano la stessa e cosi rimane fredda ed umida. Le grandi zone paludose sono quelle che fino ad ieri hanno mantenuto questo livello di temperatura che oggi non possiamo più controllare avendo tagliato piante con grandi chiome od anni. Nella nostra vita questo non lo vedremo mai più. Grazie e scusandomi per il mio sfogo Erino.
Erino, Rovereto, Italia (email) - 12/09/2017 07:05:59


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*