Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Eurostat: da dove vengono frutta e verdura europee

Italia campione europeo nella produzione di pomodori e pesche, la Spagna di frutti di bosco, cetrioli e zucchine, mentre la Polonia batte tutti per mele, ciliegie e carote. Sono le rilevazioni di Eurostat a svelare le specializzazioni dei produttori europei di frutta e verdura, dalle quali emerge che l'Italia è il maggior produttore di verdura e la Spagna lo è per la frutta.

Nell'Unione Europea oltre 2,8 milioni di ettari sono destinati alla produzione di frutta e altri 2,1 milioni di ettari a quella di ortaggi, ed appunto la Spagna è stato lo Stato membro dell'Ue leader in termini di superficie produttiva di frutta nel 2016, con 942.000 ettari (pari al 33,0% del totale dell'UE) dedicati alla sua coltivazione, mentre l'Italia è il leader negli di ortaggi (420.000 ettari, 19,8% del totale).

Le mele sono il frutto più comunemente prodotto nell'UE in termini di quantità, con 12,5 milioni di tonnellate raccolte nel 2016 (quasi 25 kg per abitante dell'Unione). I pomodori hanno invece il record tra le verdure (18,5 milioni di tonnellate, ossia 36 kg per abitante dell'UE).

Mele e ciliegie dalla Polonia, pesche dall'Italia e fragole dalla Spagna
La Polonia ha raccolto oltre una mela ogni quatto coltivate in Europa lo scorso anno (con il 28,7% della produzione totale raccolta nell'UE ), davanti all'Italia (19,6%) e alla Francia (14,5%).



La Polonia è stata anche il principale produttore europeo di ciliegie (29,3%), seguita da Spagna (11,9%), Italia (11,2%), Ungheria (9,9%), Romania (8,2%) e Grecia (7,9%). L'Italia (33,9%), la Spagna (33,6%) e la Grecia (23,3%) hanno prodotto quasi tutte (91%) le pesche coltivate nell'UE. La Spagna (31,6%) è stata il principale produttore europeo di fragole nel 2016, seguita dalla Polonia (17,4%) e dalla Germania (12,0%).

Pomodori italiani, cetrioli e zucchine spagnole, carote polacche

Insieme, l'Italia (con il 35,5% della produzione totale dell'UE) e la Spagna (28,2%) hanno fornito quasi due terzi dei pomodori prodotti nell'UE nel 2016. Questi due paesi sono stati seguiti dal Portogallo (9,1%), dalla Grecia (5,5% ) dall'Olanda (4,8%), poi ci sono Polonia (4,7%) e Francia (4,4%).



Tre Stati membri rappresentavano circa il due terzi dei cetrioli raccolti nell'UE nel 2016: Spagna (28,1%), Polonia (20,4%) e Paesi Bassi (16,5%). La produzione di carote nell'UE è invece più dispersa tra gli Stati membri, con i maggiori produttori nel 2016 in Polonia (14,7%), Regno Unito (12,9%), Germania (11,5%), Paesi Bassi (10,7%), Francia ( 10,4%) e Italia (9,5%). Per quanto riguarda le zucchine, sono state raccolte principalmente in due Stati membri: Spagna (38,1%) e Italia (36,3%)

Fonte: www.eunews.it

Data di pubblicazione: 31/07/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2017 Maltempo, danni in vaste zone del nord d'Italia
31/07/2017 Quale effetto della Brexit sulla privativa comunitaria per le varieta' vegetali?
31/07/2017 McDonald's lancia l'hamburger con il kale ma i social non gradiscono
31/07/2017 Egitto: esportazioni agricole aumentate del 12%
31/07/2017 Aiuti agli agricoltori: ma dove sono queste grandi lotte millantate?
31/07/2017 Buona estate! Riprendiamo le pubblicazioni tra qualche settimana!
28/07/2017 Sicilia: in pagamento i contributi bio
28/07/2017 Paesi Bassi: multe milionarie e servizio civile per i produttori fraudolenti
28/07/2017 Incontro a Washington tra ministri dell'agricoltura italiana e USA
28/07/2017 Siccita': stato di calamita' per sei regioni italiane
28/07/2017 Sudafrica: i produttori temono enormi perdite per via della siccita'
27/07/2017 ULTIMI AGGIORNAMENTI? Consulta La Clessidra!
27/07/2017 Confagricoltura: attivare un piano nazionale per non rimanere senza acqua
27/07/2017 La Fondazione Mach diventa organismo competente dell'Autorita' europea per la sicurezza alimentare
27/07/2017 Reti anti-insetto: efficacia e soluzioni per l'apertura delle testate
27/07/2017 Italia: in attesa di una nuova ondata di caldo, grandine e temporali tengono banco
27/07/2017 Gli standard elevati si raggiungono solo con un proprio centro di imballaggio
26/07/2017 Condizioni piu' rigide per la vendita di terreni agricoli serbi agli stranieri
26/07/2017 Sicilia: un bond da 50 milioni di euro da Unicredit per la filiera agricola
26/07/2017 Siccita': dieci Regioni pronte a chiedere lo stato d'emergenza

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*