Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Performance dell'uva da tavola senza semi BRS Isis, resistente al mal bianco

BRS Isis č una nuova uva da tavola senza semi colorata resistente al mal bianco, la principale malattia dei vigneti nelle zone umide subtropicali. Questa nuova cultivar senza semi č un ibrido interspecifico risultante dall'incrocio del CNPUV 681-29 [Arkansas 1976 X CNPUV 147-3 (Niagara White x Venus)] x BRS Linda, ed č stato rilasciata di recente da Embrapa Grape and Wine, centro di ricerca brasiliano sull'uva e il vino.



La regione settentrionale dello Stato di Paranā č una zona consolidata nella produzione di uve da tavola, in particolare delle varietā Benitaka, Italia, Rubi e Brasile. In questa zone, viste le miti condizioni invernali e subtropicali, si ottengono due raccolti all'anno. Pertanto, la coltivazione di uve senza semi, come la BRS Isis, potrebbe essere un'alternativa per diversificare l'attuale sistema produttivo, aprendo la possibilitā del mercato internazionale.

Tuttavia, non esiste alcuna informazione sulla performance dell'uva BRS Isis nello stato di Paranā, ed č per questo che i ricercatori dell'Universitā di Londrina e dell'Embrapa Grape and Wine hanno valutato la performance di questa nuova varietā direttamente in vigneto nella scorsa stagione 2016 nella cittā di Marialva.

I risultati delle valutazioni sono riportati nella tabella.

Sulla base delle osservazioni, la resa di BRS Isis coltivata in zone subtropicali č considerata alta per mantenere una coltura sostenibile nel tempo, per cui, per ottenere una resa regolare e possibilmente dell'uva con un maggior contenuto di solidi solubili, č auspicabile mantenere 5 grappoli a metro quadro dopo la formazione dei frutti.

Fonte: Saeed Ahmed,Sergio R. Roberto, Ronan C. Colombo, Renata Koyama, Muhammad Shahab, Reginaldo T. Souza, 'Performance of the new seedless grape 'BRS Isis' grown in subtropical area', 2017, 40th World Congress of Vine and Wine.

Data di pubblicazione: 31/07/2017
Autore: Emanuela Fontana
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

14/12/2017 Marocco: l'areale delle fragole cresce da 10 a 3.660 ettari in 27 anni
14/12/2017 Melone Kiwano, qualcosa di speciale
14/12/2017 La Grecia contribuisce alle importazioni di pesche in Ucraina
14/12/2017 La Turchia non influenza i prezzi delle nocciole dell'Azerbaigian
14/12/2017 Una nuova mela gialla che viene dal Giappone
14/12/2017 L'avocado mini ha un'aria molto piu' festiva durante il periodo natalizio
13/12/2017 Liguria: presentato il marchio Nocciole Misto Chiavari
13/12/2017 Assomela: produzione di mele e situazione di mercato per la stagione 2017/2018
13/12/2017 Il clima riduce i volumi di litchi proveniente dal Sudafrica
13/12/2017 Aumentano i volumi di mela KORU in entrambi gli emisferi
12/12/2017 Confagricoltura Toscana: a rischio il 50% della produzione di ortofrutta
12/12/2017 India: i cicloni nella zona occidentale stanno devastando la produzione di uve di questa stagione
12/12/2017 La California continua a bruciare, distrutta gran parte del raccolto di avocado
12/12/2017 Attenzione rivolta agli avocado del Kenya
12/12/2017 Sudafrica: il primo raccolto di pere Celina e' previsto per il mese prossimo
12/12/2017 Spagna: creata la Commissione dei Mirtilli per facilitare gli scambi commerciali
12/12/2017 Pere: vendita accelerata per le precoci, buona conservabilita' per le Abate
12/12/2017 Mercato dei mirtilli stabile nonostante gli scioperi in Cile
12/12/2017 Nuova immagine e nuovo team commerciale per la OP Monte
11/12/2017 Mela Val Venosta: la qualita' e' anche sui social

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Cittā: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*