Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Quale effetto della Brexit sulla privativa comunitaria per le varieta' vegetali?

Con referendum svolto il 23 giugno 2016 sulla permanenza del Regno Unito nell'Unione Europea - anche noto come referendum sulla "Brexit" - la maggioranza della popolazione del Regno Unito ha votato per uscire dall'UE.

Il Regno Unito ha presentato il 29 marzo 2017 la notifica dell'attivazione della procedura di uscita dall'Unione Europea secondo quanto previsto dall'articolo 50 del Trattato sull'Unione Europea, avviando il processo formale che porterà il Regno Unito ad abbandonare l'Unione Europea.

Varietà vegetali

Quale sarà l'effetto della Brexit sulla Privativa Comunitaria per Varietà Vegetali?

Allo stato si può ritenere che le domande che saranno depositate dopo la data di abbandono non avrebbero effetto in UK. Si immagina che sarà prevista una fase transitoria per organizzare le relazioni tra UK e EU durante la procedura di uscita del UK.

Quindi bisognerà restare in attesa degli scelte che il governo britannico deciderà di avviare per valutare se le varietà protette alla data di abbandono continueranno a essere valide in UK fino alla scadenza della registrazione EU.

Non è possibile prevedere in questa fase quale sarà l'impatto della Brexit sulla Privativa Comunitaria per Varietà Vegetali.

In questa fase ancora non definita, la speranza è che il Regno Unito e l'Unione Europea possano attivare relazioni di cooperazione che potrebbero essere favorevoli per entrambi.

Inoltre si dovranno stabilire responsabilità e obblighi per un processo regolato di uscita dall'Unione.

Per maggiori info:
www.moriconifranco.com

Leggi anche i precedenti approfondimenti sul tema:
Le licenze sui brevetti vegetali: facciamo chiarezza

Nuove varieta' vegetali in Europa: come funziona la loro protezione?

Varieta' vegetali in Europa: quali i requisiti per la registrazione?

Lotta alla contraffazione: la procedura di intervento delle autorita' doganali

Il brand nel settore agroalimentare

Lotta alla contraffazione in Europa: gli strumenti informatici a disposizione dei servizi doganali

Cina e tutela del brand: il sistema di registrazione di un marchio sul mercato cinese

Data di pubblicazione: 31/07/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

19/07/2018 Francia e Germania sono unite contro i tagli ai fondi della PAC
19/07/2018 Agrinsieme: consumo di suolo, si aggrava la situazione
19/07/2018 Certificazione QS: ora e' possibile anche per le aziende certificate GlobalGAP Opzione 2
19/07/2018 Tutti dovremmo fare qualcosa per cambiare il mondo. E non solo nel settore del packaging
19/07/2018 Sicilia: progetto Med-Gold per rispondere ai cambiamenti climatici
19/07/2018 Anche in Cina cresce il ruolo della confezione nella presentazione della frutta
18/07/2018 Stati Uniti: successo per l'Organic Produce Summit, buona l'affluenza
18/07/2018 Lo sviluppo del mercato biologico francese
18/07/2018 La Cina potrebbe salvare i produttori ortofrutticoli serbi
18/07/2018 Giansanti (Confagricoltura): senza PAC l'agricoltura italiana non ha futuro
18/07/2018 La regione piu' innovativa d'Europa e' l'Emilia Romagna
18/07/2018 Vertice Ue‑Giappone: una tappa storica per gli scambi commerciali e la cooperazione
18/07/2018 Italia a due velocita': maltempo al nord, vento e siccita' in Sicilia
17/07/2018 I principali importatori mondiali del 2017
17/07/2018 Grandine sparsa in diverse zone del nord d'Italia
17/07/2018 Putin proroga l'embargo a fine 2019
17/07/2018 Bio-Siegel: il marchio di qualita' piu' famoso in Germania
16/07/2018 UE: in 26 anni diminuite del 22% le emissioni di CO2 dall'agricoltura
16/07/2018 Centro Italia: bacini pieni, estate senza rischio siccita'
16/07/2018 Le reti protettive Arrigoni per bloccare l'insetto vettore della Xylella

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*